L’erboristeria è un’antica pratica che previene e cura le malattie e preserva la salute dell’organismo in modo naturale.

L’erboristeria è una disciplina che si occupa dello studio delle piante e del loro effetto sull’uomo. Si tratta di una pratica molto antica che in passato era prevalentemente affrontata dalle donne, che venivano chiamate raccoglitrici, e che tramandavano il loro sapere nella cultura popolare di generazione in generazione.

Col tempo l’erboristeria è stata sempre più avvicinata dalla scienza medica ufficiale che ne ha valutato gli effetti sulle varie patologie. L’erboristeria è oggi una vera e propria scienza che approfondisce la conoscenza di quei vegetali importanti per la salute, come le piante medicinali, officinali, aromatiche e le spezie.

Essa comprende sia l’effetto fitoterapico che agisce per la cura e il benessere dell’organismo che quello cosmetico e nutrizionale. Il primo approccio dell’erborista è lo studio del riconoscimento, della fisiologia vegetale e della botanica delle piante, dei fiori, degli arbusti e dei semi.  Studia il tipo di coltivazione e la  raccolta, individuandone il “tempo balsamico”, cioè il periodo in cui i principi attivi risultano essere maggiormente efficaci. L’erboristeria si occupa anche della modalità di estrazione dei singoli principi utili e i dei metodi di conservazione.

I prodotti vengono poi venduti come terapeutici e medicinali, come cosmetici o anche come integratori alimentari.

In Italia i prodotti erboristici non hanno ancora una loro specifica denominazione e vengono venduti per prevenire le malattie e favorire il benessere della persona e sono riconosciuti come prodotti o cosmetici naturali o integratori alimentari.

In erboristeria è possibile vendere tutte le piante e i prodotti non ad uso medicinale, poichè solo le farmacie possono vendere farmaci a base di erbe e alcune piante scritte nell’elenco della circolare n° 1 del 8 gennaio/1981. In erboristeria troviamo prodotti sia confezionati sia sfusi.

In Italia esiste la figura professionale dell’erborista, laureato in tecniche o scienze erboristiche, dopo un corso che dura tre anni. Si tratta di una figura che studia la farmacognosia cioè l’uso delle piante utili e curative rispetto ai singoli apparati dell’organismo classificando e suddividendo così le piante un base al loro uso curativo.

L’erboristeria approfondisce e ingloba varie discipline alternative che hanno a che fare con fiori, piante, essenze o  elementi vegetali. Queste sono: la fitoterapia, la floriterapia o Fiori di Bach, l’aromaterapia, l’omeopatia. I prodotti erboristici venduti nelle erboristerie vanno quindi da preparati per tisane, oli essenziali e tinture madri, gemmoderivati, Fiori di Bach, cosmetici naturali e biologici, fanghi, oli vegetali, integratori, alimenti fortificati o biologici.

Guarda cosa Accadde Oggi:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”14196″]

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 06-05-2014


Danza del Ventre: una Fonte magica per la Donna

Una corretta Alimentazione può aiutare a prevenire il Tumore al Seno