Emis Killa, presto giudice di Miss Italia, dice no alle donne grissino

Sembra proprio che a Emis Killa le donne grissino non piacciano. Il rapper presto sarà giudice di Miss Italia e per questo si è espresso a proposito dei suoi canoni di bellezza.

chiudi

Caricamento Player...

La ragazza grissino non fa per lui, meglio le donne dalle curve mozzafiato, con gambe lunghe, vita sottile e seno prorompente: Emis Killa primo rapper nella giuria di Miss Italia, domenica 14 settembre con la conduzione di Simona Ventura su La7, ha lasciato tutti a bocca aperta con al sua dichiarazione.

Leggi anche: Marco Belinelli ed Emis Killa faranno parte della giuria che incoronerà Miss Italia 2014

Emis Killa (disco di platino con Maracanà, hit dei Mondiali su Sky) ha le idee chiare sulla sua bellezza ideale. Sarà un giudice severo? “Per giudicare la bellezza, che è soggettiva, non serve severità, ma basta la spontaneità. Cercherò di essere me stesso”, dice.

“Spesso – ha detto Emis Killa– le mie coetanee si vedono in sovrappeso anche quando non lo sono affatto. Una ragazza, spiega il rapper, “mi piace di più se ha qualche chilo in più, ma deve essere naturale, non rifatta”.


E ancora:

“Non mi interessa avere 200.000 ragazzine che guardano solo le mie foto su Instagram -aggiunge Emis Killa-. Preferirei essere un po’ meno bello, ma essere considerato di più come musicista. Non avrei venduto tanti dischi se fossi stato bruttino e in sovrappeso ma ho giocato troppo con la mia immagine, ho esagerato a farmi bello nei video e a farmi ritoccare con Photoshop sulle copertine. Forse ho calcato troppo la mano e ora me ne pento”.

Conclude l’amatissimo rapper Emis Killa:

“Come i calciatori anche gli artisti si devono valorizzare ma senza esagerare, poi bisogna dimostrare altro. Se vai lì punti ad essere bella ed è l’unica cosa che deve valere. Se poi hai anche una bella testa e talento, ok. Ma Miss Italia deve essere la più bella”.

Emanuela Bertolone.