Ecco chi sono le tre muse e compagne di Pino Daniele

Oggi ci sono stati i funerali di Pino Daniele, il famoso cantautore napoletano che ha lasciato in eredità a tutti i noi la sua splendida musica,ricca di riferimenti all’amore e alla passione. Ma quali sono state le muse e compagne di Pino Daniele?

Sono tre le donne che hanno affiancato Pino Daniele nella sua vita e questa mattina si sono riunite intorno al feretro, prima all’Ospedale Sant’Eugenio, poi nel Santuario del Divino Amore.

Guarda il video del del funerale Pino Daniele Roma

Negli anni Settanta Pino conobbe  il suo primo grande amore da cui ebbe i primi due figli Alessandro (personal manager del padre) e Cristina (collaboratrice del team musicale): lei è Dorina Giangrande, la sua corista per l’album d’esordio Terra Mia e per Un uomo in blues, in cui era contenuto il brano omonimo scritto da Massimo Troisi.

Proprio Troisi permise a Pino Daniele di conoscere nel 1992 quella che sarebbe stata la compagna più importante della sua vita: Fabiola Sciabbarasi, modella, che recitò nel suo video “Amore senza fine” e che per Pino Daniele abbandonò la sua carriera sulle passerelle e sui set fotografici, per dedicarsi completamente al musicista. Si sposarono, ebbero tre figli i cui nomi sono Sara (18 anni), Sofia (13) e Francesco di soli 8 anni, ma nonostante la storia sembrasse destinata ad accompagnare il cantautore per tutta la vita, la coppia si separò dopo 20 anni d’amore.

Leggi anche: Sara Daniele, figlia di Pino, ricorda così il suo papà

L’arrivo al santuario del Divino Amore della seconda moglie di Pino Daniele, Fabiola Sciabbarrasi. Dietro di lei, Amanda Bonini (seconda da sinistra), l’ultima compagna del cantautore.

Il cantante da qualche anno era infatti legato a un’altra donna, la cinquantenne Amanda Bonini, di cui Pino non ha mai rivelato nulla ma con con la quale era stato immortalato in vacanza a Ravello nel corso dell’estate 2014. Il cantante di ‘Napul’è’ ha vissuto con la Bonini in un appartamento al centro di Roma, la casa in cui si sarebbe dovuto trasferire con la famiglia.

Leggi anche: La compagna di Pino Daniele sarebbe stata portata in Questura dai Carabinieri

Fu lo stesso Pino Daniele a spiegare al ‘Corriere della Sera’:

“È la seconda separazione? Sono come Enrico VIII. Dopo due famiglie non smetto di credere nell’amore. Perché se smetti di crederci non vivi più. E poi io non sono uno che consuma l’attimo, ho bisogno di un futuro fatto di certezze. È vero che quando hai a che fare con i sentimenti non esistono sicurezze, però comunque bisogna costruire. Qualcuno mi potrebbe dire: ma a 59 anni, dove vuoi arrivare? Non lo so, sta di fatto che penso sempre al domani. La mia nuova compagna è all’antica, come me. Al secondo fallimento matrimoniale potrebbe sembrare un controsenso, ma io credo nella famiglia”.

Quella di Pino Daniele è stata una vita piena d’amore e oggi non possiamo che goderne i frutti, cioè la sua musica.