È morto Aldo Biscardi, addio all’ideatore del Processo del lunedì

All’età di 86 anni è scomparso il giornalista e conduttore Aldo Biscardi, ideatore del famoso processo del lunedì in cui si parlava di calcio.

chiudi

Caricamento Player...

Il suo sogno di avere la moviola sui campi di calcio si è realizzato con l’avvento della VAR, grazie ai quali gli arbitri possono essere aiutati nelle loro decisioni. Parliamo di Aldo Biscardi, che per lungo tempo aveva sostenuto la necessità degli arbitri di essere aiutati in campo. Il giornalista e conduttore televisivo, ideatore della famosissima trasmissione sportiva Il Processo del Lunedì, è scomparso all’età di 86 anni (ne avrebbe compiuti fra un mese 87). Da qualche tempo era ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, assistito dai due figli Antonella e Maurizio.

Aldo Biscardi
FONTE FOTO: facebook.com/Aldo-Biscardi

Aldo Biscardi: dalla laurea a Il Processo di Biscardi

Dopo la laurea in Giurisprudenza all’università Federico II di Napoli, Biscardi ha lavorato sia a Il Mattino che a Paese Sera, salvo viaggiare in tutto il mondo per seguire i più importanti avvenimenti sportivi.

Dal 1958 a prima della morte ha sempre seguito i mondiali di calcio. Entra alla Rai nel 1979 come caporedattore, lanciano nel 1980 su Rai 3, Il Processo del Lunedì, trasmissione di dibattiti sul mondo del calcio e soprattutto sul campionato di Serie A. Prima ne ha curato l’ideazione e la realizzazione, poi, nel 1983, si è cimentato alla conduzione del programma.

Il Processo è in seguito passato su Tele + prima e su La 7 dopo. Nel maggio 2006 Biscardi è rimasto coinvolto nello scandalo in seguito denominato Calciopoli: infatti furono intercettate comunicazioni telefoniche fra lui e il principale inquisito, Luciano Moggi (all’epoca direttore generale della Juventus), nelle quali Moggi gli diceva cosa dire o non dire in trasmissione.

Lo scandalo per Biscardi non ebbe rilevanza penale, ma la ebbe a livello disciplinare visto che l’Ordine dei Giornalisti lo squalificò per sei mesi. In seguito Biscardi decise di non confermare l’iscrizione all’albo.

FONTE FOTO: facebook.com/Aldo-Biscardi