#Droptheplus la campagna social contro la definizione di modelle Plus Size

La modella Stefania Ferrario ha recentemente lanciato la nuova campagna social #Droptheplus, per sensibilizzare sul tema del peso delle modelle nel mondo della moda e contro le definizioni pericolose.

#Droptheplus, letteralmente ‘lascia perdere il maxi’, ovvero basta alla definizione di modelle plus size per definire donne dal peso normale.

Queste le intenzioni alla base di  #Droptheplus, la nuova campagna social lanciata dalla modella Stefania Ferrario.

Stefania, modella di intimo per il brand di sexy lingerie lingerie di Dita Von Teese, stufa delle definizioni potenzialmente pericolose ha deciso quindi di lanciare il trend #Droptheplus.

Leggi anche: Anoressia, la legge per non far sfilare le modelle troppo magre

Di origini italo- australiane, Stefania, conscia del potere che hanno le parole, soprattutto nel mondo della moda che molto influenza il modo di pensare e vedersi di tante giovani donne, ha deciso di mostrarsi senza veli su Instagram, ricoperta della sola scritta Sono una modella.


La campagna #Droptheplus prende di mira in particola modo il sistema delle taglie americano, dove se si è sopra una taglia 4, ovvero una taglia 38 italiana, si è considerate Plus Size.

Di qui la pericolosità del termine e la scelta di lanciare la campagna #Droptheplus:

“Ajay Rochester ha fatto un appello all’industria perché riconosca che il termine “plus size” è pericoloso ed è un danno per le menti delle ragazze più giovani. Io sostengo Ajay e sono d’accordo. Lasciate che esistano modelle di tutte le taglie, misure ed etnie e fate sparire etichette fuorvianti. Non sono fiera di essere chiamata “plus” ma sono fiera di essere chiamata “modella”. Questa è la mia professione.” racconta Stefania.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 26-03-2015

Lorenza Marotti

X