“Dove la devo portare?” Nuove intercettazioni a distanza di 10 anni dalla scomparsa di Denise Pipitone

L’intercettazione è dell’11 ottobre del 2004. Jessica, la sorellastra di Denise, avrebbe detto “quando eravano a casa la mamma l’ha uccisa Denise”. In primo grado, Jessica Pulizzi è stata assolta dall’accusa di aver sequestrato la sorellastra.

chiudi

Caricamento Player...

Caso Denise Pipitone: inquietanti intercettazioni, mai pervenute prima d’ora, sarebbero al vaglio degli inquirenti.

Durante una puntata di Mattino Cinque, una nuova inquietante registrazione potrebbe mandare a monte anni di ricerche destinate a far luce sul caso di Denise la bimba scomparsa nel 2004 a Mazara del Vallo.

La nuova intercettazione era stata raccolta nella sede del commissariato di polizia di Marsala. Durante l’interrogatorio Jessica avrebbe detto alla sorella “quando eravamo a casa la mamma l’ha uccisa Denise” anche se la frase più inquietante l’avrebbe detta con la propria madre in Procura.

La ragazza ad un certo punto, parlando della piccola Denise dice:

“L’ho portata a casa”.

A seguito di queste parole, gli inquirenti nascondono una cimice sullo scooter di Jessica. Si riesce a sentire un dialogo fra due uomini di cui si ignorano le generalità.

Una voce maschile dice:

“Vai a prendere Denise?”, l’altro anonimo ribatte: “Ma dove la devo portare?”. E la risposta è: “Fuori”

Il legale della mamma della piccola Denise, Piera Maggio, Giacomo Frazzitta dice:

“Questa frase allo stato può soltanto essere valutata nel senso di un’ulteriore conferma di un coinvolgimento dell’imputata nel sequestro della piccola Denise, che per l’accusa era già stato confermato dalla frase ‘quannu eru cu Alice a casa c’ha purtà’”

Da sempre Piera Maggio, la mamma della piccola Denise, ha puntato il dito sull’ex moglie del marito, papà della piccola, e la figlia nata dal precedente matrimonio di lui.

Secondo la Maggio, infatti, sarebbero proprio le due donne le responsabili del rapimento della figlia, o per lo meno sarebbero coinvolte in quello che è accaduto 10 anni fa.

Piera Maggio ha sempre ribadito che le due donne avrebbero fatto sparire la figlia per fare del male a lei.