Donna si butta dal balcone del trentesimo piano con le sue due figlie

Tragedia a Santiago del Cile: una donna di 20 anni si è buttata giù dal balcone del trentesimo piano con le figliolette di uno e due anni dopo una lite con il compagno per gelosia.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo una violenta litigata con il suo compagno, una donna ha stretto al petto le sue due figlie di 1 e 2 anni e si è lanciata dal balcone del trentesimo piano del condominio dove abitava. La tragedia si è consumata in Cile, a Santiago ed a perdere al vita è stata la 20enne uruguayana Lucia Brum Padilla e le sue due bimbe.

Da una prima ricostruzione del fatto, il motivo del gesto disperato di Lucia Brum Padilla e della decisione di buttarsi dal balcone, è da ricercare in questioni famigliari legate alla gelosia della donna per il compagno: il 33enne Carlos Pinto.

A seguito del racconto dei vicini di casa della coppia, pare che, poco prima dell’estremo gesto sul balcone di casa, la coppia sia stata sentita urlare violentemente. Ad un certo punto pare che Lucia Brum Padilla abbia accusato il compagno, di avere una relazione extraconiugale con un’altra donna.

L’uomo, probabilmente esasperato, avrebbe smesso di negare e, a quel punto, si sarebbe verificata al tragedia: la donna si è buttata dal balcone con le due figlie piccole.

Quando alcuni vicini sono accorsi in casa per capire cosa stesse accadendo, Lucia Brum Padilla si era già lanciata dal balcone mentre il compagno sconvolto è stato trattenuto appena in tempo prima che decidesse di saltare anche lui, probabilmente nel tentativo di salvare le figlie.

Secondo alcuni amici della coppia, la donna ultimamente aveva iniziato a soffrire di depressione: i primi segnali li avrebbe dati subito dopo la nascita dell’ultima figlia, ma il colpo di grazia sarebbe stata la scoperta della relazione clandestina del compagno Carlos Pinto.

Sul caso indaga ora la polizia locale per accertare le esatte dinamiche dell’accaduto al trentesimo piano del balcone del condominio a Santiago.