La donna è più predisposta alle malattie respiratorie

Gli uomini, si ammalano più gravemente, mentre le donne sono più predisposte alle malattie respiratorie. Ecco le anticipazioni dei risultati di una ricerca italiana che sarà presentata ufficialmente ad ottobre.

Le donne sono più suscettibili ai ai sintomi delle malattie respiratorie ma gli uomini devono fare i conti con le forme più gravi.

E’ quanto emerge da uno studio i cui risultati verranno presentati nel corso del XV Congresso nazionale Simer-Fip (Societa’ italiana di medicina respiratoria) in programma a Genova dal primo al 3 ottobre.

Secondo questa indagine, l’uomo, sottovalutando i primi sintomi, si presenta dallo specialista in fase più tardiva, quando l’ostruzione delle vie aeree è di grado più severo.

A difendere le donne, secondo lo studio, ci sono poi “campanelli di allarme” fisiologici, che suonano prima e con più forza rispetto a quanto avviene nell’altro sesso, grazie a una piu’ precoce e intensa percezione dei sintomi, oltre a una maggiore cura di sè.

Caterina Bucca, Dipartimento di Scienze Mediche dell’Ospedale S. Giovanni Battista di Torino ha affermato:

“Lo studio dimostra come nel genere femminile vi sia una maggior prevalenza di patologie meno gravi come rinosinusite, asma bronchiale e tosse cronica.”

Carlo Mereu, presidente Simer e del Congresso di Genova aggiunge:

“Le pazienti hanno inoltre un rischio maggiore, rispetto ai malati dell’altro sesso, di subire un ricovero, non solo per la gia’ piu’ bassa soglia dei sintomi, ma anche per una tendenza superiore nel ricercare le cure mediche. Questo fatto, apparentemente negativo, pero’ permette una presa in carico dei servizi sanitari piu’ precoce, e di conseguenza una migliore gestione della malattia rispetto agli uomini”.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-09-2014

Licia De Pasquale

X