Distant Hello .. l’ amore a distanza diventa social !

In tutto il mondo, compreso il nostro BelPaese, quello dell’ amore a distanza è un vero e proprio fenomeno che riguarda milioni di persone. Le ‘long distancecouples’ da fenomeno sociale a realtà consolidata.

chiudi

Caricamento Player...

La natura dell’amore a lunga distanza è cambiata qualitativamente in meglio grazie alle possibilità offerte dalla tecnologia ma soprattutto alle video chat come Skype e FaceTime. Il nuovo approdo social è ‘The Distant Hello’, il saluto a distanza. Nescafè Cappuccino crea un mini-sito concepito come vero e proprio canale social, una piattaforma virtuale che permette di condividere momenti ed emozioni (www.thedistanthello.it).

La globalizzazione e il lavoro su larga scala hanno creato le condizioni per amori e relazioni consolidati a distanza che, per scelta o esigenze lavorative, vivono in luoghi distanti l’uno dall’altra. In Italia secondo l’Istat sono quasi 4 milioni di persone, circa l’8% degli italiani.

Nello specifico il 7,7% della popolazione residente in Italia con un’età che supera i 20 anni, pari a oltre 3 milioni e mezzo di persone, ha dichiarato di vivere una relazione affettiva senza coabitazione. Ciò riguarda prevalentemente i giovani al disotto dei 30 anni (28,4%), mentre la percentuale scende al 10,8 tra i 30 e i 39 anni e al 3,4 nella fascia 40-49 anni. L’amore è più diffuso al Centro-Nord (8,4%) rispetto al Sud e alle Isole (6,5%), ed è molto più frequente nelle aree metropolitane (9,5%) e nelle periferie (9%). Dall’indagine è emerso che la categoria di persone più avvezze alle relazioni a distanza sono i figli che ancora vivono coi genitori (31%) e che la longevità media di queste coppie supera i 7 anni.

Studi universitari dimostrano nonostante la lontananza, le “long distancecouples” acquisiscono gradualmente la capacità di vivere interazioni più intense, di condividere pensieri e sentimenti che col passare del tempo diventano più significativi. La lontananza, paradossalmente, avvicina nei rapporti a distanza. Stando lontani si mantiene il clima della ‘luna di miele’ e, quando ci s’incontra, la qualità del tempo vissuto insieme è generalmente migliore, perché sia mentalmente sia fisicamente non ci siamo abituati al partner e non abbiamo annacquato la passione e le attenzioni con la routine.

Insomma una tipologia di relazione su cui riflettere e di cui forse dobbiamo avere sempre meno timore. Forse dobbiamo semplicemente aprire la nostra mente e non chiudere strade che non avremmo percorso.