La dieta migliore? Pesarsi con cadenza settimanale

5 errori da evitare in palestra

Per molte il controllo del peso corporeo e la dieta sono viste come una vera ossessione. Ma quanto e quando è giusto pesarsi? Scopriamolo insieme per creare un buon rapporto con la nostra bilancia.

Bilancia no grazie? Sbagliato! E’ lei la nostra migliore dieta!

Il segreto per mantenere il peso forma, è molto semplice: basta pesarsi una volta a settimana.

Secondo uno studio condotto dalla ricercatrice dell’Università di Birmingham Claire Madigan, pubblicato sul Journal of Public Health, salire sulla bilancia una volta a settimana aiuta davvero a mantenere sotto controllo il proprio peso, ed a non riprendere quindi i chili persi.

Sono stati presi in esame 3.000 persone campione che avevano perso peso con la dieta, ai quali è stato chiesto di pesarsi una volta a settimana per nove mesi, e di questi, poco meno di un terzo ha scelto di seguire tale indicazione.

Le persone che erano dimagrite, e che si erano pesate settimanalmente, sono riuscite a mantenere il proprio peso sotto controllo.

Spesso chi vuole perdere peso tende ad avere un rapporto difficile con la propria bilancia: si pesa ogni giorno (se non addirittura più volte al giorno), gioisce per aver perso 500g e il giorno dopo se la prende per avere messo su 1kg, senza capire da cosa è dipesa la variazione. È importante rendersi conto che non si dimagrisce da un giorno all’altro. Il dimagrimento è un processo che impiega settimane per essere visibile, non ha quindi senso pesarsi ogni giorno perché non si noterebbero gli effetti dei nostri sforzi ma solo variazioni di peso naturali.

Da cosa dipendono le variazioni del peso? Dalla quantità di acqua nell’organismo, dall’intestino e dal glicogeno muscolare (una scorta di carboidrati che immagazziniamo nei muscoli e nel fegato).

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 18-09-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]