Il diabete si combatte a tavola con dei preziosi alleati

Grazie all’aiuto dell’utilizzo di alcune piante il diabete si combatte a tavola rendendo le pietanze più gustose e opponendo l’utilizzo di farmaci necessari alla cura di questa patologia.

chiudi

Caricamento Player...

Grazie ad alcuni alleati alimentari molto preziosi il diabete di tipo II si potranno avere ottimi risultati per quel che riguarda l’opposizione alla patologia del diabete.

Rosmarino e dell’origano sono spezie deliziose e da oggi anche importanti per chi soffre di diabete perchè i ricercatori del dipartimento di scienze nutrizionali dell’Università dell’Illinois hanno scoperto la l’utilità di queste sostanze per i malati di questa patologia. A coordinare il lavoro è la Dott.ssa Allyson M. Bower del Dipartimento di Food and Science and Human Nutrition.

Il diabete è una patologia causata da una carenza, assoluta o relativa, di insulina nell’organismo umano e che ha come conseguenza un’elevata concentrazione di glucosio nel sangue. Da quanto appreso dagli studi, pare che sia il rosmarino che l’origano ( in forma essiccata o fresca), abbiano un effetto positivo su un enzima che risulta essere direttamente collegato al diabete. Tale enzima sarebbe, infatti, capace di regolare la produzione di insulina.

Ecco quanto detto su Journal of agricultural and food chemistry:

” I polifenoli e i flavonoidi contenuti in queste spezie sono in grado di inibire alcuni enzimi, chiamati ptp1b e dpp-iv, che giocano un ruolo chiave nella secrezione dell’insulina. Se le spezie fresche, coltivate in serra, contengono in partenza più polifenoli e flavonoidi, anche gli estratti secchi commerciali sono risultati più efficaci».

Le piante provenienti dalla Grecia e dal Messico sono risultate le più ricche di sostanze bioattive.
Altre spezie dotate di effetti benefici sono la bardana contro l’iperglicemia. E la cannella testata da ricercatori iraniani della Mashhad university of medical science che l’hanno valutata su 70 pazienti affetti da diabete alimentare con ottimi risultati.

Insomma  il diabete potrebbe essere curato, oltre che prevenuto, attraverso erbe di uso comune.