Il diabete: la patologia colpisce anche cani e gatti

Novembre è il mese della prevenzione e della diagnosi precoce del diabete, e non solo per quel che riguarda gli umani ma anche per cani e gatti

chiudi

Caricamento Player...

Diabete Italia onlus, in occasione della Giornata Mondiale dedicata alla malattia il 14 novembre ricorda che possono esserne colpiti anche  cani e gatti. Per questo celebra il ‘mese del diabete del cane e del gatto’, in collaborazione con Associazione Nazionale Medici Veterinari (Anmvi) e Federazione degli Ordini dei Veterinari.

Per tutto il mese di novembre negli ambulatori veterinari saranno presentate iniziative di sensibilizzazione, con incontri formativi su prevenzione e sintomi.

Per la prima volta, infatti, i proprietari saranno invitati a tenere gli occhi bene aperti sul diabete veterinario.

I nostri amici a quattro zampe possono ammalarsi

A rischiare di più di contrarre il diabete i cani, di cui sarebbe stata riscontrata una spiccata predisposizione genetica alla malattia, soprattutto in alcune razze come barboncini, yorkshire, golden retriever, labrador e pastore tedesco, con particolare incidenza nelle femmine non sterilizzate.

Nei gatti invece a rischiare maggiormente di ammalarsi di diabete sarbbero i soggetti in sovrappeso e in età avanzata, in particolare i gatti sedentari e i maschi non sterilizzati.

Il veterinario interpellato dall’Ansa in merito avrebbe affermato:

“Sulla predisposizione genetica, e sulle malattie che possono danneggiare il pancreas si innestano fattori legati agli sili di vita soprattutto l’obesità”.

Il presidente Anmvi, Marco Melosi ha affermato:

È importante questa iniziativa, perché i proprietari non riconoscono i primi segni, quando l’animale beve molto di più, o fa pipì molto spesso, anche di notte e in casa. I segnali devono essere ben individuati per iniziare la terapia il prima possibile”.

Il diabete però non è l’unica malattia che accomuna l’uomo e i nostri cari amici a quattro zampe. Le due patologie più diffuse fra tutte le specie viventi sono l’attacco di cuore e il cancro alla mammella.