Design: Cucina Italiana conquista Brooklyn

Il design italiano dedicato alla cucina sbarca a Brooklyn pronto a conquistare New York

chiudi

Caricamento Player...

Che la cucina italiana sia famosa in tutto il mondo e soprattutto in America non è una novità. Quello che è nuovo è che ora anche il design e tutto quello che si occupa di utensileria a arredamento da cucina sta prendendo piede a New York. In particolare a Williamsbug, un noto quartiere di Brooklyn ha aperto recentemente un nuovo punto vendita dedicato a tre marchi di utensili e arredo su cui svetta l’insegna Cucina & Tavola. Lo store è il primo punto vendita in America del gruppo Sambonet Paderno insieme a Rosenthal Usa, il settore americano del marchio tedesco di porcellane.

“Per me Williamsburg si sposa bene con il nostro brand perché è giovane e pieno di ristoranti”, ha affermato Andrea Vianello, l’amministratore delegato di Rosenthal & Sambonet Usa. “E inoltre aprire fuori dal centro è un grande risparmio e permette di farsi l’esperienza. Questo è il punto vendita pilota e non volevamo subito bruciarci a Manhattan. Il gruppo punta ad allargarsi nel bacino di New York dove vivono 25 milioni di persone. E ci interessa anche il New Jersey”.

“Cucina & Tavola è stato accolto molto bene nel quartiere. I proprietari del locale ci hanno molto aiutato, anche venendoci incontro con l’affitto”, ha detto Vianello, spiegando che l’investimento iniziale è stato di 250 mila dollari. “In generale tutta la strada, Grand Street, ci ha ben accolto, d’altronde aiutiamo a rilanciare l’attività commerciale nella zona. Il punto vendita ha iniziato l’attività a metà dicembre e per ora la maggioranza della clientela è stata americana. I turisti però non mancano, gli europei cercano in particolare le porcellane e bicchieri di Rosenthal, dato che a loro conviene comprare in dollari”, ha precisato.

Le origini del marchio Sambonet sono antiche. La ditta fu stata fondata nel 1856 dal vercellese Giuseppe Sambonet, dopo aver ottenuto il diploma alle Belle Arti e il brevetto di Maestro Orefice. Agli inizi del Novecento la società da lui fondata fu Fornitrice Ufficiale di molte famiglie nobili tra cui la Duchessa di Genova ed il Conte di Torino.

Nel 1932 Sambonet realizzò un impianto produttivo su scala industriale capace di affiancare ad una produzione di argenteria massiccia quella in argenteria galvanica. Nel 1938 sviluppò un processo innovativo per la produzione di posateria in acciaio inossidabile e una tecnica per l’argentatura dell’acciaio.

design: Sambonet Paderno
design: Sambonet Paderno

Nel 1947 inizia la produzione di coltelli e lame in acciaio inox. Nel 1956 il marchio conquista il mercato internazionale: prima su 53 concorrenti, si aggiudica la commessa per l’Hotel Hilton al Cairo con una linea di vasellame ancora oggi in collezione.

Dagli anni ‘60 importanti designer realizzano collezioni che affermano e diffondono l’orientamento dell’azienda al design. Roberto Sambonet, in particolare, crea collezioni di primaria importanza, come la “Pesciera”, “Center line” e i vassoi “Linea 50”, oggi in collezione al MoMA di New York. Anche Anna Castelli Ferrieri progetta per Sambonet una linea di posateria, la collezione Hannah, vincitrice del compasso d’Oro nel 1994. Nel 2004 l’architetto Rodolfo Dordoni crea la linea di pentolame S-Pot. Una menzione particolare merita infine la posata Giò Ponti, in produzione dal 1932.

Nel 1997 Sambonet entra a far parte del gruppo Paderno, mentre nel 2009 viene acquisito il prestigioso brand di porcellane tedesco Rosenthal.