Depressione e Ansia? Ci Soccorre la Natura

Uno studio americano ha identificato quali sono gli elementi naturali che aiutano in caso di ansia e depressione.

chiudi

Caricamento Player...

Una ricerca apparsa sul Washington Post, ha elencato i dieci elementi che aiutano a combattere la depressione e l’ansia: sono calcio, acido folico, cromo, ferro,  omega 3, magnesio, vitamine B6, B12, D e zinco.

Il cromo concorre alla metabolizzazione del cibo aumenta i livelli di serotonina e melatonina che agiscono come regolatori delle emozioni e dell’umore. Lo si trova nei broccoli, nell’uva, nei muffin di grano, nelle patate e nel petto di tacchino.

Importantissimo è il calcio. Secondo gli studiosi basse dosi di calcio hanno un ruolo nella sindrome premestruale, i cui effetti migliorano anche assumendo dosi di vitamina D. il calcio migliore lo si trova nel sesamo e nella frutta secca a guscio.

L’Acido folico, chiamata vitamina B9, permette aa creazione di nuove cellule e regola la serotonina. Bassi livelli di questa vitamina provocano stanchezza.  L’acido folico e la vitamina B12 sono spesso usati direttamente contro la depressione. Lo si trova in spinaci, asparagi, cavolini di bruxelles e nell’avocado.

Il ferro è utilizzato dall’organismo per trasportare ossigeno.  Bassi livelli provocano fatica e depressione. Lo troviamo nella soia, nelle lenticchie, nel manzo e nel tacchino.

Depressione e ansia? Ci aiuta la natura
Depressione e ansia? Ci aiuta la natura

Il magnesio migliora le funzioni cerebrali ed anche la qualità del sonno dato che gioca un ruolo importante nello sviluppo della serotonina che contribuisce al senso di buon umore e aiuta a regolare le emozioni. Si trova in mandorle, spinaci e noccioline.

Gli omega 3 sono acidi grassi la cui carenza provoca, umore discontinuo, scarsa memoria e depressione. Sono presenti nel pesce, nei broccoli e negli spinaci.

La vitamina B6 aiuta la produzione di neurotrasmettitori e la sua carenza può creare stati confusionali e depressione. La si trova nel tonno, nel salmone e nel petto di pollo.

La vitamina B12 è molto importante, aiuta tra l’altro la creazione dei nervi, mentre bassi livelli possono avere un peso in disturbi come difficoltà di ragionamento, paranoia e depressione. La si trova nelle uova, nella carne, in pesci come il salmone e la trota, nella mozzarella, per cui vegetariani o vegani sono più a rischio.

La Vitamina D, aiuta a regolare la crescita delle cellule; bassi livelli sono in associazione con sintomi depressivi. Spesso bassi livelli sono legati a stili di vita molto casalinghi o legati a luoghi chiusi poco esposti al sole. L’assunzione di questa vitamina è importante soprattutto nel periodo invernale quando la luce del sole, produttrice naturale della vitamina, latita. La si trova tra l’altro in salmone, pescespada, latte.

Lo zinco, infine, è decisivo per l’umore visto che bassi livelli possono portare, dal punto di vista psicologico, a stati depressivi. Oltre che nelle ostriche e nei crostacei, lo si trova nei cereali, nel maiale e nel formaggio svizzero.

Per chi soffre di ansia e depressione quindi è consigliato non basarsi soltanto sui farmaci ma curare di più la propria alimentazione.