Denuncia su twitter di Louise Burns: mi hanno costretta a coprire mio figlio con una tovaglietta mentre allattavo in un hotel

Succede in un rinomato hotel di Londra. Louise Burns (moglie dell’attore comico Nick Burns) denuncia su Twitter ciò che le accaduto mentre stava allattando il figlio di tre mesi: mi hanno costretta a coprire il bambino con una tovaglietta.

chiudi

Caricamento Player...

Il fatto si è verificato al Claridge’s Hotel di Londra. Louise Burns, moglie dell’attore comico inglese Nick Burns era andata insieme alla madre e alla sorella per bere un te nel rinomato hotel londinese. Al pianto del bimbo di tre mesi non ci ha pensato a lungo e l’ha allattato.

Il gesto però non è piaciuto alla dirigenza dell’hotel che ha subito mandatyo un cameriere affinchè chiedesse alla donna di coprirsi.

Infuriata con l’amministrazione dell’hotel londinese, Louise si è sfogata su Twitter dove, con l’hashtag #breastfeeding (allattamento al seno), ha postato le due foto: nella prima si vede il bambino attaccato al seno, mentre nella seconda, il piccolo è coperto da una tovaglietta.

Louise Burns, 35 anni, racconta così l’accaduto al Guardian:

“Ho iniziato a dargli da mangiare molto discretamente quando il cameriere si è precipitato con un enorme tovagliolo e mi ha detto che la politica dell’hotel prevedeva di coprirsi. La mia reazione iniziale è stata quella di scoppiare in lacrime -racconta ancora Louise-. Questo era il mio terzo bambino. Ho avuto problemi al seno con i primi due,ma questa volta era andato tutto bene. Non mi aspettavo che sarei stata ammonita in un hotel del centro di Londra”.

Louise racconta che il primo istinto è stato quello di alzarsi ed andarsene, ma poi, dopo le scuse del cameriere ha deciso di restare ma di raccontare l’accaduto via Twitter.

Il no-comment giunge invece dai proiprietari dell’hotel Claridge’s, ma il portavoce ha fatto sapere che gli allattamenti in pubblico sono adesso concessi. Per cercare di riparare all’accaduto, alla donna è stato offerto uno sconto di 75 sterline (per un tè ci chiediamo quale sia stato il conto totale?) oltre all’invito a ritornare al Claridge’s anche se pare che Louise Burns abbia dichiarato di aver provato una tale vergogna “che non potrà mai ritornarci”.