Cos’è il Black Friday

Il miglior giorno dell’anno per lo shopping selvaggio

chiudi

Caricamento Player...

Cos’è il Black Friday? E’ il giorno in cui le aziende americane propongono grandi sconti su moltissimi prodotti.

Perché si chiama Black  Friday?

Il Black Friday è ormai a tutti gli effetti una ricorrenza: attesa tanto dai consumatori americani quanto da quelli degli altri paesi, ha assunto una tale rilevanza a livello economico che il volume degli scambi economici raggiunto in quel giorno è oggetto di studio dei maggiori esperti di finanza.
Le ragioni per cui si è scelto di dare a questo giorno il nome di Black Friday sono di due ordini. Innanzitutto si fa riferimento ai crolli della borsa di Wall Street che ciclicamente hanno influenzato l’andamento dell’economia mondiale. Celeberrimo è quello del 29 Ottobre del 1929, che però avvenne di Martedì, mentre il vero e proprio Venerdì nero si verificò nel 1869, quando dopo un periodo di speculazione dilagante, il prezzo dell’oro crollò verticalmente a causa degli errati tentativi della Casa Bianca di regolarne il valore commerciale. In quei drammatici giorni neri i prezzi delle merci si abbassarono notevolmente e il panico dilagò dal mercato finanziario alla società intera. Fortunatamente l’abbassamento dei prezzi durante Black Friday attuale è perfettamente controllato dalle aziende che in quell’unico giorno generano introiti enormi, e anziché generare panico nei consumatori genera piuttosto shopping compulsivo.

Ai fortissimi guadagni che le aziende ottengono dalle offerte del venerdì nero è legato un altro aspetto del nome “Black Friday”: negli antichi registri contabili gli introiti erano registrati con inchiostro nero, le uscite o le perdite con inchiostro rosso. Un giorno nero era quindi un giorno in cui gli introiti superavano di gran lunga le spese o le perdite, quindi un giorno estremamente positivo.

Cos’è il Black Friday?

Il Black Friday nell’economia contemporanea è un giorno di grandi sconti e offerte su tantissime categorie di merci e di articoli.
Cade nel giorno seguente alla Festa del Ringraziamento americana (che è sempre un giovedì) e inaugura la stagione dei grandi acquisti che connotano a livello economico il periodo natalizio.
Negli anni il volume di scambi commerciali che avvengono durante il Black Friday ha toccato vette sempre più vertiginose e, di pari passo, le reazioni dei consumatori sono andate sempre più fuori controllo, soprattutto negli Stati Uniti, dove molte persone dormono fuori dagli store la notte prima del venerdì nero, per essere certe di riuscire ad acquistare gli articoli desiderati prima che vadano esauriti.
Degli ultimissimi anni è la tendenza dei commercianti a tenere aperti gli esercizi anche durante il giorno del ringraziamento, anticipando le offerte del Black Friday e aumentando i guadagni. Questa politica ha incontrato la forte opposizione dei dipendenti, privati della possibilità di trascorrere in famiglia una ricorrenza tradizionale.