Cosa possiamo imparare dai nostri gatti? Osserviamoli meglio!

Gli amici felini hanno ben chiare le sue priorità, a differenza di noi bipedi. Ma cosa possiamo imparare dai nostri gatti?

chiudi

Caricamento Player...

Ignaro del mondo, ronfare allegramente e vivere in funzione di cibo, divertimento, coccole e riposo. Insomma, il gatto ha ben chiare le sue priorità, a differenza di noi esseri umani. Ma cosa possiamo imparare dai nostri gatti?

Dolce ma riservato, intelligente ma non obbediente, autonomo ma bisognoso di cure e di affetto, ama la casa ma anche stare fuori. Domestico ma anche selvatico: tutto questo e molto altro è il nostro gatto.

Impariamo dai gatti

Non siate scettici perchè ricordatevi che i gatti sano fare una cosa che in pochi di noi sanno davvero fare: rilassarsi. I gatti sono imbattibili in questo. Riescono ad approfittare di qualsiasi superficie, morbida e meno morbida, per stiracchiarsi e fare una pennichella. Noi invece per rilassarci crediamo di aver bisogno di una settimana di ritiro spirituale in qualche eremo. Motivo per cui rimandiamo sempre e non ci accorgiamo di avere a disposizione tanti momenti morti da occupare con attività rilassanti. I gatti ci insegnano che c’è sempre tempo per un pisolino.

Dormire vicini vicini. I gatti quando dormono si abbandonano all’affetto degli altri mici di casa o sulle nostre ginocchia. Un completo abbandono che rafforza l’intimità tra i familiari. Non lavorare troppo. Il gatto soppesa ogni gesto e non spreca troppe energie nelle attività impegnative.

Alla sera, quando la famiglia si riunisce, il gatto si risveglia dal suo torpore per giocare e dare retta ai proprietari. Prendiamo esempio e organizziamo delle attività che coinvolgano tutti, invece di rintanarci ognuno nella propria stanza davanti alla tv o al pc.

Il gatto sta vicino alle persone che lavorano per rendere il compito meno noioso, dai bambini che studiano a chi lavora al computer. E noi? Cerchiamo mai di rendere più divertenti le attività pesanti dei nostri familiari?

Dimostrare il proprio affetto apertamente e quotidianamente. Non so i vostri mici, ma la mia gattina ha un modo tutto suo per dimostrarmi il suo affetto. Mi dà dei piccoli bacini sul viso. Esuberante ed invadente, ma mette di buonumore e fa sentire coccolati.

Il gatto pretende di essere trattato bene e ci riesce e non solo, sa anche mantenere l’ indipendenza e non fare sempre quello che ci chiedono gli altri, il tutto senza polemizzare.

Proprio come fa il gatto, voltare le spalle con nonchalance e andarsene per la propria strada, senza rimuginarci su ore ed ore.