Cosa non dire colloquio lavoro Google

Ti hanno convocato da Google per un colloquio di lavoro: ecco cosa non devi dire.

chiudi

Caricamento Player...

Spesso, nei colloqui di lavoro l’impulsività gioca brutti scherzi, vi spieghiamo alcuni trucchetti per evitare una brutta figura. Stai per affrontare un colloquio di lavoro, incroci le dita e se dovesse andare tutto per il verso giusto, fra pochi giorni potresti far parte anche tu del team di Google.

Oltre a essere creativo, sei però anche piuttosto impulsivo. Devi quindi fare molta attenzione a quello che dirai davanti a chi ti esaminerà, perché potresti correre il rischio di perdere una grande opportunità solo per aver pronunciato ingenuamente qualche frase infelice. Se non si conosce chi si ha di fronte, è preferibile essere riservati piuttosto che spifferare ai quattro venti cose che sarebbe più opportuno tenere per sè. Una delle frasi da non dire mai a un colloquio di lavoro, è quanto non si apprezzi il capo e il fatto che non vi piaccia il vostro attuale lavoro. La persona che ti sta davanti penserà immediatamente che un domani potresti dire lo stesso di lui. Non essere tu a chiedere quale sarà lo stipendio e lascia sollevare l’argomento al tuo selezionatore. Sei molto in ritardo: la fidanzata, la moglie o i figli ti stanno aspettando, ma non mostrare mai fretta. Anche se hai un disperato bisogno di soldi, non darlo a vedere: la compassione non giova al posto di lavoro. Da evitare in modo assoluto frasi condite da parolacce o addirittura bestemmie, farai solo la figura dell’incivile e maleducato. Prima di iniziare il colloquio ricordati di spegnere il cellulare: essere irreperibile per il tempo necessario alla selezione, non sarà certo la fine del mondo. Non farti cogliere impreparato sulle attività svolte dall’azienda per cui vorresti lavorare. Come ultimo consiglio, preparati alla fine del colloquio una lista di domande da porre, fare scena muta non è mai molto apprezzato da chi sta valutando la tua candidatura.