Cosa fare per il prurito intimo femminile

Se non sapete cosa fare per il prurito intimo femminile, non disperate, perché è un problema a cui potrete porre rimedio facilmente.

chiudi

Caricamento Player...

Le parti intime femminili sono molto delicate, e spesso soggette ad arrossamenti ed irritazioni che spesso ci portano a non sapere cosa fare per il prurito intimo femminile.

Innanzitutto bisogna stabilire la causa di questo prurito: stress, disordini alimentari, scarsa igiene intima o rapporti sessuali non protetti possono causare fastidi difficili da gestire nella vita di tutti i giorni, e anche la componente psicologica potrebbe accentuare questi sintomi.

Innanzitutto bisogna mantenere sempre in equilibrio il ph della nostra pelle usando detergenti non aggressivi e che ne rispettino la flora batterica; poi, evitare di indossare biancheria intima sintetica o salvaslip anche quando non è necessario, lubrificare l’area vaginale prima dei rapporti sessuali e fare sempre uso del preservativo specie con partner occasionali; evitare la carta igienica colorata o profumata, e prendere l’abitudine di fare delle lavande esterne con acqua e bicarbonato o sciogliendo nell’acqua del bidet una bustina di Tantum Rosa, una polvere appositamente creata per alleviare questi fastidi.

Mangiare molta frutta e verdura e cercare di evitare per qualche giorno caffé e cioccolata.

Per il trattamento del prurito, sarà bene applicare sulla parte delle pomate apposite che ne favoriscano e ne velocizzino la guarigione (tipo Gynocanesten).

Se invece ci accorgiamo di avere delle perdite biancastre e maleodoranti, potremmo aver contratto un’infezione venerea: in questo caso, sarà bene parlarne al ginecologo che individuerà di cosa si tratta e ci indicherà la cura più appropriata per risolvere il nostro problema in breve tempo.