Rendere speciale il giorno delle nozze non è complicato, ma bisogna contare su una buona dose di organizzazione e giocare d’anticipo.

Avere tempo, infatti, permette di realizzare più facilmente i propri desideri e di gestire gli imprevisti in maniera intelligente, senza farsi prendere dal panico.

In un evento come questo tutto è importante. A meritare la giusta attenzione non sono solo la scelta dell’abito, del ristorante, del luogo di culto o del Comune dove si terrà la cerimonia, ma anche le partecipazioni, troppo spesso trascurate dagli sposi e dai wedding planner. 

Come fare, quindi, per farsi ricordare in tutti i sensi? È indispensabile dare maggior risalto ad ogni dettaglio e fare tesoro di alcuni suggerimenti alla portata di tutti. Quelli che seguono sono dedicati a chi si ritrova nel bel mezzo dei preparativi per un matrimonio. 

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

olya kobruseva

Partecipazioni matrimonio: le variabili determinanti per la scelta


Di taglio classico, con foto o in carta pregiata: indipendentemente da come si presentano, ad influenzare la propensione verso uno o l’altro tipo di biglietto sono, essenzialmente, tre fattori. Questi si identificano in:

• budget;
• numero degli invitati;
• gusti degli sposi. 

L’ampio assortimento, la rapidità dei processi produttivi e l’elevata concorrenza permettono, al giorno d’oggi, di ottenere degli inviti in tempi brevi e ad un prezzo contenuto. Il tutto senza rinunciare alla qualità, alla varietà e, per quanto possibile, alla personalizzazione, anche per alti quantitativi.

Quali sono gli inviti più adatti alle nozze?


Una volta stabilito il tetto massimo di spesa e chi parteciperà alla cerimonia, il resto dipende dalle preferenze dei protagonisti del giorno del sì. Le opportunità attuali offrono molto per consegnare ai propri ospiti qualcosa che trasmetta l’essenza degli sposi e vada oltre la classica busta bianca con cartoncino ripiegato.

A tale scopo, il mercato mette a disposizione varianti con i soggetti più disparati. Chi non sa fare a meno di romanticismo e di tenerezza, sceglierà stampe con fiori e bambini. Disegni che richiamano viaggi ed arte sono perfetti per una coppia dinamica, mentre immagini vintage e fotografie rappresentano l’ideale per i nostalgici o gli amanti dei bei tempi andati. 

Anche riguardo ai formati non c’è che l’imbarazzo della scelta. Accanto a quelli rettangolari o quadrati, è possibile richiedere cartoncini a fisarmonica o segnalibri dalle linee più svariate. Tutti avranno la possibilità di personalizzare le dimensioni e saranno accompagnati da buste ad hoc per contenerli.

Altri aspetti da non trascurare sono la finitura e la consistenza del supporto. Il classico pieghevole liscio, ruvido o con increspatura in superficie vanno benissimo, ma perché non fare spazio anche a figure ricavate con ritagli e in rilievo? Danno un tocco di originalità e di brio all’insieme. Insomma, esistono un’infinità di idee per realizzare le partecipazioni matrimonio a cui ci si può ispirare.

Scrivere a mano o stampare?


In questo caso, non sono previste regole ferree, se non quelle dettate dal buon gusto e dal buon senso. Chi ha una bella calligrafia può permettersi di riempire a mano libera gli spazi all’interno delle partecipazioni per il matrimonio.

Naturalmente, bisogna fare attenzione ad evitare sbavature, non commettere errori e prevedere un quantitativo leggermente superiore di biglietti, rispetto a quello degli invitati. Coloro che non si sentono sicuri delegheranno l’operazione a terze persone o ricorreranno all’aiuto della stampa, a patto di scegliere con cura il colore e il tipo di carattere.


Acquistare profumi online: i vantaggi per i clienti

Un gadget imperdibile: mascherine personalizzate con logo aziendale