Le confessioni intime dell’attrice statunitense Megan Fox

Megan Fox, una dei sex symbol più desiderati di Hollywood, e protagonista del film “Le Tartarughe Ninja“, si sbottona e racconta i suoi dubbi e le sue perplessità.

chiudi

Caricamento Player...

In questi giorni non si parla d’altro che del film Tartarughe Ninja e della bella protagonista, l’attrice Megan Fox.

Leggi anche: Poster di cattivo gusto, Tartarughe Ninja nella bufera

Megan Fox ha presentato il film confessando di essere da sempre una grande ammiratrice di questo fumetto ed ora apparirà in tutta la sua bellezza nel film che uscirà a settembre.

[wooslider slider_type=”attachments”]

Nonostante siamo abituati a imaginari la bella Megan Fox come un’attrice impeccabile ed una bellissima modella, lei è anche e soprattutto moglie di Brian Austin Green e madre orgogliosa dei piccoli Noah e Bodhi. E come tutte le donne vive i problemi e le perplessità quotidiane.

La star all’edizione inglese di Cosmopolitan ha confessato:

“Brian è una celebrità praticamente da sempre, quindi non ha mai fatto sesso in luoghi strani, è troppo timoroso che lo vadano a fotografare! Lo stesso vale per me, ho persino paura quando ci troviamo in una stanza d’albergo. Chiudo le tende e posiziono un mobile o un oggetto in modo che blocchi la visuale dal buco della serratura. Ho sempre paura che qualcuno ci guardi.”

Da quando ha avuto i due bambini,  l’attrice Megan Fox ha leggermente rivisto le sue abitudini in camera da letto, ed è particolarmente preoccupata che i sempre più invadenti paparazzi possano ritrarre lei e il marito durante uno dei loro momenti di intimità.

La 28enne ha poi snocciolato altri dettagli circa la sua vita sessuale con il compagno, rivelando:

” Innanzitutto è necessario trovare qualcuno che ci ami anche quando siamo nei nostri momenti peggiori, perché è impossibile risultare belle ed attraenti in ogni momento della giornata, per sempre. Brian ed io abbiamo fatto tutto quello che comunemente potrebbe rovinare una relazione, eppure ci amiamo ancora. Non voglio vantarmi e dire che non divorzieremo mai, ma non riesco davvero ad immaginare un problema che non riusciremmo a risolvere Ogni volta che vado a lavorare finisco per avere un esaurimento nervoso. Quando diventi madre e allo stesso tempo lavori, ti sembra di non riuscire mai a dare tutta te stessa. Magari il mio bambino aveva bisogno di me e io non ero lì. Cinque settimane dopo aver partorito Bodhi lo scorso febbraio mi sono recata al lavoro sul set. Ero tutta cucita e ancora convalescente, e dovevo correre e sferrare calci. L’ho odiato. A cinque settimane dal parto una donna dovrebbe stare seduta su una sedia a dondolo con il seno scoperto per allattare. Ovviamente sono grata per la mia carriera e il successo, solo ultimamente mi sembra che mi stia allontanando da quello che dovrei fare in questo momento: essere madre”.