Condannato a morte a 14 anni ma 70 anni dopo scoprono che era innocente

George Stinney era stato condannato a morte a 14 anni per aver ucciso due bambine, ma dopo 70 anni un giudice dimostra la sua innocenza.

E’ stato nel braccio della morte per appena 12 settimane quando aveva appena 14 anni, poi venne condannato a morte per aver ucciso due bambine nel sud della Carolina. Dopo 70 anni però scoprono che era innocente.

E’ la tristissima storia di George Stinney, un ragazzo di colore condannato nel 1944 per aver ammazzato due bambine di razza bianca.

Una sentenza sbagliata quella che ha pagato il povero George Stinney che  ha subito una pena di morte ingiusta. Una fine tremenda per un uomo che alla fine è risultato innocente. Una storia davvero tremenda che viene portata alla ribalta 70 anni dopo quando un giudice restituisce a George l’innocenza anche se non può restituirgli la vita.

La decisione di riaprire il caso di George Stinney è stata il giudice Carmen Mullen, che ha affermato come lo Stato fece una grande ingiustizia uccidendo il ragazzo a meno di due mesi dalla condanna: solo 12 settimane dall’arresto facendolo diventare la persona più giovane giustiziata negli Stati Uniti nel XX secolo.

Il giudice ha ammesso che George Stinney ebbe un processo ingiusto, nel corso del quale fu impossibile stabilire la sua colpevolezza o innocenza. Le due bambine bianche, rispettivamente di 7 e 11 anni, furono picchiate alla testa con una sbarra di ferro e poi uccise con un colpo violento.

George Stinney fu arrestato dopo che alcuni testimoni avevano riferito di averlo visto raccogliere fiori insieme alle due vittime: nessun’altra prova. Dopo l’arresto il ragazzo non poté vedere i genitori e successivamente le autorità riferirono che aveva confessato anche se mai nessuno parlò personalmente con il ragazzo.

Un piccolo riscatto per il povero George che seppure a distanza di 70 anni ora è stato riscattato.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 22-12-2014

Emanuela Bertolone

X