Come usare la salvia per sbiancare i denti

E’ una delle erbe aromatiche più famose, la salvia. Ed è anche in grado di sbiancare i denti. Lo sapevate? Come usarla in tal senso?

chiudi

Caricamento Player...

La salvia, oltre a essere deliziosa in pastella o come condimento dei nostri primi piatti e carni, ha un potere nascosto che non in molti conoscono: quello di sbiancare i denti.

Come funziona? Prima di tutto chiariamo: La salvia, essendo un’erba aromatica naturale, smacchia lo smalto senza nessuna controindicazione. Ecco perché è perfetta per tutti coloro che desiderano rinvigorire il bianco dei propri denti, fumatori compresi.

Si tratta di un vero e proprio rimedio della notta, che consiste nello strofinare i denti con una foglia di salvia aromatica, assolutamente senza danni.

Come mai? Grazie all’olio essenziale in essa contenuto e che ha la funzione di lubrificare lo smalto. Ma non finisce qui: contiene anche dei minerali dal potere abrasivo non aggressivo, che permettono di rimuovere le molecole ed i batteri depositati sui denti.

Non è magia, anzi, è tutta natura: l’olio essenziale per di più funge da disinfettante e tonificante per le gengive, avete mai fatto caso alle ricette di alcuni dentifrici? Non vi stupirete certo di leggere che in essi è contenuta la salvia.

Un paio di volte alla settimana una foglia d’erba fresca va dunque strofinata sui denti per non più di un minuto. Ed ecco fatto, i primi risultati si possono già vedere dopo un mese e l’effetto sbiancante dura in base alla durata del trattamento. Pronti a provare?