Come togliere carta da parati

La vostra carta da parati sta cadendo a pezzi? Scopriamo come toglierla!

chiudi

Caricamento Player...

La carta da parati era ampiamente utilizzata dalle nostre nonne per ricoprire i muri di casa.

Di per sé è molto comoda, in quanto protegge i muri e toglie l’onere di dover imbiancare sporadicamente: tuttavia, col passare del tempo, tende a rovinarsi e a staccarsi dalla pareti.

Come fare dunque a toglierla?

Innanzitutto dovete premunirvi di:

  • acqua calda e aceto oppure un prodotto solvente;
  • spatola;
  • rullo da imbianchino;
  • macchina a vapore;
  • vecchio giornali o teli (necessari a coprire il pavimento);
  • abiti da lavoro.

Una volta procurato il necessaire, bisogna innanzitutto sgomberare i muri dai mobili e ricoprire i pavimenti, le prese elettriche e tutto ciò che potrebbe essere danneggiato dall’acqua.

Successivamente, cominciate a togliere la carta; durante questa operazione, potreste trovarvi di fianco a due tipi di carta da parati: quella removibile che viene via semplicemente tirandola e quella al vinile che ha bisogno di essere inumidita per essere totalmente staccata dal muro.

Nel primo caso quindi procedete tirando la carta mentre nel secondo caso dovrete preparare una soluzione di acqua calda e aceto, immergervi un rullo da imbianchino e passarla sulle pareti. Dopo aver fatto agire il composto per qualche minuto, procedete a staccare la carta. Se la procedura di distaccamento dovrebbe risultare ostica, aiutatevi sollevando i lembi con una spatola, meglio se di plastica.

Finito di rimuovere la carta da parati, pulite il muro con acqua e detergente neutro per evitare che il muro rimanga macchiato.