Realizzare il lubrificante intimo in casa non solo si può, ma è anche semplice, naturale e a costo zero.

Arrossamenti, prurito, irritazioni possono presentarsi facilmente se si avverte secchezza vaginale. La secchezza vaginale può essere causata da diversi fattori tra cui lo stress, la stanchezza, le variazioni ormonali o la semplice assenza di preliminari.

In questi casi l’uso del lubrificante intimo può essere d’aiuto risolvendo il problema, almeno temporaneamente.

Di lubrificanti intimi ne esistono tantissimi in commercio, tuttavia, considerata anche la scarsa fiducia che molti ripongono in questi prodotti “artificialmente” creati, è possibile procedere con la preparazione di un lubrificante intimo in casa propria, usando solo ingredienti naturali. Ecco come fare.

Uno dei metodi per realizzare del lubrificante intimo in casa è quello di impiegare i semi di lino e l’acqua. Unendo i due ingredienti in un tegame, è necessario far bollire per qualche minuto e aromatizzare con del miele e del succo di limone.

La conservazione del lubrificante intimo così ottenuto è possibile per pochi giorni (3-4) in frigorifero e il suo utilizzo può avvenire immediatamente, a prodotto freddo o scaldato tra le mani a seconda dei gusti di ciascuno.

In questo modo produrre il proprio lubrificante intimo in casa è semplice, naturale e a costo zero.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-10-2015


L’ amore fa battere il cuore e fa perdere la testa

Posizioni kamasutra per autoerotismo maschile