Come fare dieta ipotossica

Dieta ipotossica: come stare bene eliminando le tossiche e le sostanze dannose all’organismo e al suo metabolismo.

chiudi

Caricamento Player...

La dieta ipotossica è un regime alimentare che mira a favorire l’eliminazione di sostanze dannose e fastidiose per l’organismo.

Si tratta di una dieta ispirata al regime nutrizionale “primitivo” dell’alimentazione ancestrale che esisteva nel periodo precedente all’avvento dell’agricoltura, ossia ad una alimentazione basata esclusivamente su prodotti freschi e di stagione.

Nella dieta ipotossica sono ridotti al minimo i cibi dannosi per il metabolismo, quindi ad esempio, sono esclusi dalla dieta ipotossica gli zuccheri e i carboidrati raffinati che interferiscono con il facile smaltimento delle tossine presenti nell’organismo.

Tuttavia, considerato che l’organismo necessita di energia per stare bene ed affrontare le attività quotidiane senza incorrere nel cosiddetto “calo di zuccheri”, ecco che seguendo una dieta ipotossica l’assunzione di zuccheri avviene esclusivamente attraverso il consumo di frutta e verdura, entrambi cibi che contengono pochissima glicemia.

Il consumo di frutta e verdura, previsto in grandi quantità nella dieta ipotossica, favorisce il rinforzamento delle ossa, migliora la circolazione e la massa muscolare perché frutti come i fichi, l’uva o i datteri sono alcalinizzanti.

Frutta e verdura, inoltre, contengono molte vitamine, antiossidanti, fibre e sostanze benefiche che contrastano l’insorgenza di malattie cardiache e tumori.

Per seguire correttamente il regime alimentare di una dieta ipotossica bisogna consumare pesce, molluschi, carni bianche, carne rossa solo nei suoi tagli magri e albume d’uovo che contengono proteine, sono alimenti molto digeribili e conferiscono la giusta dose di amminoacidi essenziali, proteine nobili che stimolano il glucagone e il Ckk, ossia gli ormoni della sazietà che innalzano il metabolismo stimolando il maggior consumo di calorie.

Per ridurre infiammazione e tossine nella dieta ipotossica è previsto il consumo di noci e mandorle che contengono i grassi buoni, monoinsaturi in grado di controllare il colesterolo nel sangue. I grassi buoni contenuti in olive, noci e mandorle, inoltre, hanno un forte potere antiossidante.

Per fare una dieta ipotossica è bene ricordare che trattandosi di un regime alimentare e nutrizionale primitivo pone in cima ai consumi quello di pesce che contiene omega 3 e proteine complete, olio extravergine di oliva e frutta a guscio che contengono grassi vegetali e tocoferoli, bacche di goji, uva nera, prugne, mirtilli, more e lamponi che contengono un’alta quantità di antiossidanti utili per contrastare le infiammazioni.

Infine, fonte di carotene e vitamina C – utilissimi entrambi per preparare la pelle all’esposizione solare, oltre che a prevenire i malanni di stagione – sono le albicocche, il melone, le carote, i peperoni, i kiwi, le arance e i limoni.

Assolutamente da evitare, chiaramente, cibi contenenti grassi cattivi, dolci, fritti e leccornie varie che rappresentano dei pericoli per la salute dell’organismo e del suo metabolismo.