Come essere più buoni? È in arrivo la pillola della bontà

Esiste davvero una pillola per diventare più buoni e pare possa essere utile per curare alcune malattie mentali: è la pillola della bontà!

Diventare più buoni, non è più solo un  consiglio delle favole per bambini, ma ora è anche l’effetto della “Pillola della bontà”, farmaco così soprannominato perchè, pare induca a essere più giusti e compassionevoli verso il prossimo.

Leggi anche:Addio dieta: è in arrivo la pillola che fa perdere peso con il pasto immaginario

Il farmaco della bontà è una pillola a base di tolcapone, una sostanza che agirebbe sulla parte del cervello legata al comportamento sociale.

La pillola è stata sperimentata alle Università di San Francisco e di Berkeley su un campione di 35 persone (di cui 18 donne) divise in due gruppi: al primo è stato dato un placebo e all’altro la “pillola della bontà”. In seguito è stato chiesto a tutti di partecipare a un gioco che prevedeva la divisione di ipotetiche somme di denaro a favore di un destinatario anonimo. E’ risultato che chi aveva assunto la pillola al tolcapone si era mostrato più equo nella suddivisione del denaro e più sensibile alle iniquità sociali.

Al di là della simpatia che potrebbe riscuotere questo farmaco, la “pillola della bontà”, potrebbe essere utile per curare in parte malattie mentali di grande impatto sociale come schizofrenia o dipendenze.

Ming Hsu, una delle autrici della ricerca ha spiegato:

“Di solito pensiamo all’equanimità come una caratteristica stabile della nostra personalità il nostro studio non rifiuta questo concetto, ma mostra come questo tratto della personalità possa essere sistematicamente influenzato prendendo di mira alcune specifiche vie neurochimiche nel cervello umano”

ultimo aggiornamento: 25-03-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X