Come eliminare l’unto dalle pentole in modo rapido ed efficace

Rimedi casalinghi per eliminare l’unto dalle pentole a piccoli prezzi e senza sprecare denaro in prodotti costosi.

chiudi

Caricamento Player...

Quando si preparano delle pietanze deliziose molto spesso queste lasciano cattivi odori e tracce di unto. Tra i cibi più amati e odiati troviamo il pesce e la frittura che sono i nemici numero uno delle pentole pulite e brillanti. Riuscire a far tornare tegami, piastre e padelle lucide e profumate può essere possibile a piccoli prezzi e in tempi rapidi. Grazie a dei rimedi della nonna tutto ciò è possibile. Vediamo i migliori segreti tramandati di generazione in generazione per eliminare l’unto dalle pentole con rimedi casalinghi.

ELIMINARE L'UNTO DALLE PENTOLE
ELIMINARE L’UNTO DALLE PENTOLE

Neutralizzare i cattivi odori e la fastidiosa sensazione di unto dalle pentole grazie all’azione vincente del bicarbonato e del limone.

Un metodo infallibile per liberarsi dell’unto dalle pentole è quello di immergerle in un bagno di aceto. Dopo aver eliminato i residuo dal fondo cottura e dai bordi immergetele in una bacinella di acqua tiepida. Aggiungete mezzo bicchieri di aceto bianco e bicarbonato. Questa combinazione è sensazionale perché non solo elimina occhio traccia di unto, ma anche dei cattivi odori che ne derivano. Lasciare agire per circa dieci minuti o venti, in base alla quantità di tegami e padelle. Passare poi al normale lavaggio con il detersivo.

Desiderate di più per le vostre pentole e non vi basta limitarvi ad annientare l’unto? Provate a neutralizzare anche il cattivo odore con un metodo infallibile. Se vi sono avanzati dei limoni e non sono più freschi non buttateli via. Purtroppo, quando si cucina con alimenti grassi l’unto lascia anche un odore poco gradevole e nauseante che non è affatto facile da annientare. Provate ad immergere le pentole dentro acqua tiepida, bicarbonato e la scorza di un limone vecchio. Procedere poi con un risciacquo e il normale lavaggio con un detersivo per piatti.