Colpi di sole biondi su capelli neri

Per un corvino più acceso

chiudi

Caricamento Player...

Il colore più scuro che ci sia, una cornice intensa che avvolge e dà morbidezza anche ai lineamenti più netti. Si parla del nero, prerogativa delle carnagioni olivastre e mediterranee ma anche di volti più pallidi. Un colore naturale complicato da avere per le amanti della colorazione: la ricrescita è una vera spina nel fianco! Per questo, le tinte eccessivamente chiare andrebbero messe da parte. Ma il biondo ha tante gradazioni, quindi i colpi di sole biondi su capelli neri sono comunque una strada percorribile. Ecco come.

Quale biondo scegliere

Per rendere i colpi di luce visibili, intanto, potrebbe essere necessaria la decolorazione o una lieve schiaritura. Dopo di che, bisogna scegliere una tonalità di biondo in armonia con i riflessi naturali della chioma. Se il nero li ha rossi o mogano, per esempio, si può optare per il ramato o per il bronde (mix tra castano e biondo). Famose star che hanno sfoggiato colpi di sole ramati sono Monica Bellucci in Italia e Kim Kardashian negli Stati Uniti. Le donne che invece amano osare possono sbizzarrirsi con il biondo platino (perfetto per il taglio pixie nero) e i biondi acidi degli hair chalk. Ma di che cosa si tratta?

Colpi di sole biondi su capelli neri: le idee più estreme

C’è chi ama contrasti più netti, e in questo caso la prima opzione è lo shatush, cioè la schiaritura delle punte. Attenzione però, perchè una differenza troppo marcata può risultare scadente. Gli hair chalk, invece, sono gessetti colorati che permettono di sperimentare con biondi più particolari, per esempio tendenti al verdognolo, leggermente rosati o aranciati. La tinta è temporanea e si consiglia di non applicarla su tutta la chioma, ma solo sulle punte. Nel caso di un capello più corto, partire da metà lunghezza.