Coccinelle: dopo le cimici arriva un’altra invasione d’insetti

Il clima bizzarro porta a gravi scompensi nella natura e dopo le cimici ora è la volta dell’invasione delle coccinelle

chiudi

Caricamento Player...

Coccinelle portafortuna? Forse. Ma anche sintomo di un clima ballerino. In alcune aree del nord Italia e del Canton Ticino, in Svizzera a causa delle alte temperature insolite della stagione si sta verificando una vera e propria invasione di coccinelle.

I cambiamenti climatici stanno causando delle inaspettate invasioni di insetti nel nostro paese. Da chi è tormentato da moscerini e zanzare fino ad una vera e propria invasione di cimici.

Che cosa sta succedendo?

La colpa pare sia dei cambiamenti climatici e del caldo eccessivo degli ultimi mesi che hanno prolungato l’estate nelle prime settimane dei mesi autunnali.

 

Chi coltiva l’orto in modo naturale sa bene che l’arrivo di determinati insetti e parassiti avviene in maniera ciclica seguendo il ritmo della natura e che spesso i parassiti si alternano ai loro antagonisti per una questione di equilibrio degli ecosistemi.

Sappiamo anche che le coccinelle sono molto utili in agricoltura perché sono un antagonista naturale di afidi e parassiti e vengono dunque introdotte negli orti e nei campi volutamente per evitare di utilizzare i pesticidi in modo da portare avanti la lotta biologica senza ricorrere a sostanze tossiche.

Se la presenza di questi simpatici animali è rara negli ambienti chiusi e le case, anche nel periodo estivo, ora sono state registrate delle vere e proprie invasioni di coccinelle sui muri e nelle intercapedini degli infissi. La presenza di coccinelle è da sempre considerato un fattore positivo per le coltivazioni visto che rappresentano un nemico naturale dei parassiti, come gli afidi, che si nutrono delle foglie delle piante.“

L’evento poco frequente di solito viene considerato un segnale di fortuna in arrivo dato che le coccinelle per tradizione vengono considerate dei veri e propri portafortuna.

Fonte immagine: Pixabay