Chiara Ferragni mette all’asta un caffè con lei, ecco quanto ha speso il vincitore

La blogger Chiara Ferragni ha messo all’asta un caffè con lei a Milano. Il vincitore ha speso una considerevole cifra che andrà in beneficenza…

chiudi

Caricamento Player...

Che Chiara Ferragni sia una delle fashion blogger più belle e apprezzate d’Italia e del mondo è cosa fuor di dubbio. La fidanzata di Fedez, però, ora potrà vantare un altro bel traguardo. Dopo aver messo all’asta un caffè con lei durante la Fashion Week di Milano che si terrà dal 22 al 28 febbraio, un fortunato vincitore ha speso ben 5.700 euro per aggiudicarsi la possibilità di trascorrere qualche ora con il suo idolo.

Chiara Ferragni: un fan spende 5.700 euro per un caffè con lei!

Chiara Ferragni
FONTE FOTO: instagram.com/chiaraferragni

L’asta, che ha avuto luogo sul sito Charitystars, ha visto la vittoria dell’utente Poulsenjr che incontrerà Chiara a Palazzo Parigi, hotel a 5 stelle nel cuore della città meneghina. Il sito ha poi precisato che effettivamente l’incontro avrà luogo durante la settimana milanese della moda. I soldi dell’asta andranno in beneficenza, precisamente all’associazione White Matilda, che si occupa della violenza contro le donne.

Non è di certo la prima volta, come riporta Milano Today, che importanti personaggi della vita milanese decidano di ‘mettersi all’asta’ per beneficenza. In passato anche diversi campioni di Inter e Milan hanno permesso, grazie alla loro notorietà, di raccogliere fondi da destinare a bambini in difficoltà, famiglie con gravi disagi economici e così via.

La stessa iniziativa realizzata per Chiara Ferragni è ora aperta per J-Ax e Fedez, con la possibilità di aggiudicarsi un pass per i loro concerti a Milano e regalando quindi ad un fortunato fan la possibilità di trascorrere del tempo con quelli che sono i suoi beniamini.

Nel frattempo, ricordiamo come sia un periodo davvero felice per la Ferragni che, dopo essersi fidanzata con Fedez, tornerà ad insegnare ad Harvard, spiegando come è nato il suo impero dal blog The Blonde Salad.