“Chi l’ha visto” solleva dubbi sulla morte di Luigi Tenco

Luigi Tenco aveva paura di essere ucciso: durante la trasmissione “Chi l’ha visto” si sollevano nuovi dubbi sulla morte del cantante durante il festival di Sanremo

chiudi

Caricamento Player...

E’ la storia più triste che si colleghi al Festival di Sanremo, quello della morte di Luigi Tenco.

Si parlò subito di suicidio a seguito di quel colpo di pistola nella stanza d’albergo, il Savoy, nonostante la pistola non fosse mai stata trovata.

A distanza di 48 anni ci si torna a chiedere: Luigi Tenco fu ucciso?

Era il pomeriggio del 23 gennaio 1967. Tenco arrivò a Sanremo per presentare la sua canzone. A un amico che aveva trovato la pistola nel cruscotto della sua auto rispose che aveva paura e che avevano tentato di ucciderlo.

A quanto aveva raccontato Luigi Tenco, 2 auto, dopo averlo speronato, avevano tentato di mandarlo fuori strada. Lui era convinto si trattasse di un avvertimento e per quel motivo si era procurato una pistola: legittima difesa.

La tensione di Tenco in quei giorni era altissima: la paura per l’esibizione dal vivo e la paura che la sua canzone non venga capita lo destabilizzavano parecchio. Inoltre con la sua partner, Dalida, nell’ultimo periodo aveva molti problemi.

‘Ciao amore ciao’ era una canzone sofferta e viene eliminata. Nella notte tra il 26 e il 27 gennaio 1967, venne trovato il cadavere e ufficialmente Luigi Tenco si tolse la vita con un colpo di pistola alla tempia destra. Troppi dubbi avvolgono questo fatto.

Nessuno aveva sentito rumori, il cadavere venne rimosso per poi essere riposizionato per le foto. La pistola comparve solo in un secondo momento, così come il biglietto famoso in cui attaccava la giuria del festival. L’autopsia, fatta solo nel 2006 dimostrò che sulle sue mani non c’era traccia di polvere da sparo.

Un mistero che sarà destinato a restare sepolto per sempre insieme al povero Luigi Tenco.