Valeria Bruni Tedeschi, un’attrice divisa tra l’Italia e la Francia

Dal suo passato in Francia all’amore con Louis Garrel, ecco tante curiosità sull’attrice Valeria Bruni Tedeschi.

Attrice complessa e dai mille volti, Valeria Bruni Tedeschi ha uno sguardo profondo che incanta. Ha trascorso una vita movimentata, tra la Francia e l’Italia, ma è in quest’ultima terra che affondano solidamente le sue radici. Valeria è una donna estremamente versatile, una professionista sul set e una mamma apprensiva nella vita.

Scopriamo qualche curiosità sul suo conto!

Valeria Bruni Tedeschi, vita privata

Nata a Torino il 16 novembre 1964, sotto il segno zodiacale dello Scorpione, Valeria Bruni Tedeschi viene da una famiglia altolocata. Suo padre, l’industriale e compositore Alberto Bruni Tedeschi e sua madre, attrice e pianista, Marisa Borini, hanno avuto altri due figli: Carla Bruni, la famosa ex modella e moglie dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, e Virginio, morto nel 2006 a causa di alcune complicazioni dovute all’AIDS.

All’età di 9 anni, Valeria e la sua famiglia si sono trasferiti a Parigi per scappare al clima di terrore causato dalle Brigate Rosse. È nella capitale francese che la giovane è cresciuta e ha iniziato la sua carriera d’attrice.

Sulla sua vita sentimentale non sappiamo molto: dal 2007 al 2012, Valeria è stata legata all’attore Louis Garrel.

Nel 2009 la coppia ha adottato una bambina africana, la piccola Celine Garrel, proveniente dal Senegal, che all’epoca aveva appena 6 mesi. Nel 2014 Valeria ha adottato il suo secondo figlio, Noè, un bambino vietnamita di 7 mesi. L’attrice è una donna molto riservata, tanto che non ha alcun profilo social. Attualmente dovrebbe essere single, ma non ci sono altre informazioni sulla sua vita privata.

Valeria Bruni Tedeschi
Valeria Bruni Tedeschi

Valeria Bruni Tedeschi, carriera

Formatasi da ragazzina alla Ecole des Amandiers, a Parigi, Valeria Bruni Tedeschi ha recitato sia in Francia che in Italia. Il primo film a cui ha partecipato è quello del suo insegnante di recitazione Patrice Chereau: “Hotel de France”, del 1987. Negli anni successivi, si è divisa tra i due paesi e ha lavorato con registi famosi come Pupi Avati, Bernardo Bertolucci e Ridley Scott.

Oltre ad essere una bravissima attrice, ha dimostrato di sapersela cavare anche alla regia e nei panni di sceneggiatrice. Ha vinto 4 David di Donatello, tra cui quello come Migliore attrice protagonista per il film “Il capitale umano” di Paolo Virzì.

4 curiosità su Valeria Bruni Tedeschi

• Nel film “I villeggianti” del 2018, che ha diretto e che l’ha vista nei panni della protagonista, ha portato buona parte della sua famiglia. Sul set hanno recitato al suo fianco la mamma Marisa, sua figlia Celine e una sua zia 94enne.

• Ha una grande passione per l’arte, e in particolare per il teatro e la musica. Passione che ha cercato di trasmettere anche ai suoi figli, sin dalla loro più tenera età.

• Nel 2014 ha ricevuto il titolo di Cavaliere dell’Ordine delle arti e delle lettere, prestigiosa onorificenza francese dedicata alle persone che si sono distinte per il loro contributo in campo artistico e letterario.

• In un’intervista a Grazia, ha rivelato di avere un sogno: sposarsi in tarda età, quando avrà 80 anni. “Non c’è niente di più romantico di una coppia di anziani che si giurano amore eterno”.

ultimo aggiornamento: 05-02-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X