Chi è Sebastiano Pucciarelli, il ‘Saputello barbuto’

Sebastiano Pucciarelli è uno dei conduttori di Tv Talk insieme a Massimo Bernardini ed è conosciuto come ‘Saputello barbuto’.

chiudi

Caricamento Player...

Il soprannome, Saputello barbuto, non è dei più lusinghieri, ma Sebastiano Pucciarelli ha l’aria di essere uno che non si lascia toccare dalle opinioni degli altri. Perché di convinzioni ne ha tante di sue, precise e solide, e se a qualcuno non sta bene e cerca di metterlo all’angolo con l’arma della derisione, risponde con serietà e fermezza. In fondo il soprannome creato da Striscia La Notizia gli si addice parecchio….

La vita professionale di Sebastiano Pucciarelli

Sebastiano arriva a Tv Talk nel 2005 da studente universitario per uno stage di 3 mesi e viene subito confermato come redattore. All’inizio si occupa della realizzazione di servizi video, soprattutto relativi alle televisioni estere. E durante le puntate settimanali della trasmissione, è attivo in studio nel commentare i servizi suoi e altrui con gli studenti e i professori presenti in studio, e anche con gli ospiti. Da subito assume un atteggiamento ‘tutto d’un pezzo’ e con il tempo inizia a conquistare uno spazio sempre più ampio all’interno del programma.

Dopo alcune stagioni arriva la proposta di entrare a far parte del gruppo degli autori e infine Sebastiano Pucciarelli approda anche alla conduzione del programma. Sempre al fianco di Massimo Bernardini e di altri giovani di talento come lui con una collaborazione pluriennale con Tv Talk.

Un percorso in ascesa che gli permette di esprimere le sue idee anche dall’interno, non solo davanti alla telecamera. Complice il rapporto di confidenza con Bernardini, del quale viene scherzosamente definito ‘assistente’ ma con il quale condivide la visione giornalistica.

Perché ‘Saputello barbuto’?

Galeotto fu il cane che staziona sul bancone di Striscia La Notizia insieme ai conduttori. Secondo Sebastiano, in una querelle risalente al 2010, la decisione di adottare pubblicamente un cane paga in termini di consensi e nasconde una ‘sensibilità selettiva’ evidente nella scelta di un cucciolo bello e in salute. Non un cane malandato e anziano, di quelli che cercano affetto nei canili. Sebastiano avanza quindi una critica piuttosto ampia a un’iniziativa che invece rappresenta un fiore all’occhiello per il tg satirico di Antonio Ricci.

Ma Striscia non ci sta. E gli regala il soprannome di Saputello Barbuto, evidenziando lo storico impegno della trasmissione in favore degli animali e facendogli fare in sostanza la figura di uno che apre bocca e dà fiato. Un ragazzo ancora fresco di studi lontano dall’essere un vero analista televisivo, che deve abbassare la cresta e pensare ad altro.
Questa la sostanza, e chi ne è uscito vincente non si sa.

Quel che si sa è invece che la questione ha attirato la curiosità del pubblico ed è quindi stata ripresa da Striscia per altre due puntate, mentre da parte di Tv Talk c’è stata una sola replica. E per concludere con un piccolo gesto polemico, da vero saputello, alla fine della querelle Sebastiano si è presentato in studio per qualche istante con un cappello da laureato. Chi vuol capire capisca….

Fonte foto: https://it-it.facebook.com/people/Sebastiano-Pucciarelli/100005142164967