Chi è Salvatore Aranzulla? Tutto sull’uomo più potente del web!

È dappertutto: sul web, sui giornali, in libreria…ma conosciamo davvero chi è Salvatore Aranzulla, il divulgatore informatico diventato un vero e proprio pilastro del web (con fatturato da record)? Ecco tutto quello che vi è sempre sfuggito!

Chi è Salvatore Aranzulla? Beh per scoprirlo non dovrete far altro che andare su Google e porre una qualsiasi domanda. Sicuramente vi siete già imbattuti nel suo nome (o per lo meno nel sito www.aranzulla.it). Vedrete, infatti, che tra i primissimi risultati – se cercate risposte in fatto di internet, computer e telefonia – troverete proprio lui! Tuttavia, per chi non lo conoscesse, abbiamo scovato una serie di curiosità interessanti sulla sua storia e la sua vita privata!

Sapevate che ha iniziato giovanissimo (a soli 12 anni) e oggi fattura cifre da capogiro?

Salvatore Aranzulla: bio, età e studi in 4 punti

– Classe 1990, è nato il 24 febbraio a Mirabella Imbaccari, un paesino della provincia di Catania da papà infermiere e mamma casalinga. Ebbene sì: è giovanissimo, ma ha iniziato molto presto: all’età di 11 anni, complice un lungo pianto, convince i genitori ad acquistargli il suo primo computer. “Nell’agosto del 2001, undicenne, andai con papà e mamma in un negozio di elettrodomestici. Volevano acquistare un condizionatore. Appena dentro, vidi la parata di computer in esposizione, con i monitor illuminati.

Insistetti e piansi talmente tanto che alla fine i miei genitori, impietositi, dovettero acconsentire ad acquistarmene uno. Ricordo che era equipaggiato con Windows Me“, ha raccontato a Il Giornale. A 12 anni, arriva la prima grande scoperta: l’esistenza di alcune falle all’interno di Google, Microsoft e non solo. Comincia quindi a curare un blog personale dove dispensa consigli tecnici su alcuni problemi informatici.

Salvatore Aranzulla
Fonte foto: https://www.facebook.com/salvoaranzulla/

– Il suo stile funziona: basti pensare che già nel 2007/2008 superava i 300 mila lettori al mese. Nel 2018, invece, il suo sito è il ventinovesimo sito più seguito in Italia. È anche un autore: ha pubblicato una serie di libri ed approfondimenti per Mondadori Informatica e il libro Il metodo Aranzulla in cui racconta il suo successo.

Dal 2018 dispensa consigli sui canali social di Semplice Come di Generali parlando di temi come Big Data, Iot e Cyber security.

– Ha sempre coniugato studi e lavoro: da 2008 al 2015 si occupa della rubrica Tecnologia all’interno del portale Virgilio.it. Nel frattempo si diploma e si iscrive alla facoltà di Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano.

– Provate a cercare Salvatore Aranzulla su Wiki: non lo troverete. Alcuni suoi rivali, infatti, hanno richiesto l’eliminazione di tale pagina: “Devo forse andare a Uomini e Donne per potere stare su Wikipedia“, aveva commentato lui sui social in modo tagliente.

Il segreto del suo successo

Non c’è un segreto di Salvatore Aranzulla riassumibile in una manciata di caratteri. La sua abilità è senza dubbio quella di offrire una risposta ai quesiti più frequenti, in termini semplici e comprensibili per tutti. “Il 95 per cento dei miei articoli soddisfa le prime tre domande poste a Google dai navigatori“, dice di sè.

Il suo stile tecnico ma semplice conquista il popolo della rete e sin da subito il sito è uno dei più cliccati e visitati. “Scrivo come un 12enne: soggetto, predicato, complemento oggetto. Cerco di farmi capire indipendentemente da età, grado d’istruzione e competenze linguistiche di chi mi legge. Non do nulla per scontato. Faccio l’esatto contrario di voi giornalisti“, dice a Il Giornale.

Salvatore Aranzulla: fatturato e ritiro

La popolarità del blog di Salvatore Aranzulla lo trasforma in un vera e propria star del web. Amato e imitato, macina visite su visite registrando un fatturato da record. Si definisce “il più autorevole e conosciuto divulgatore informatico in Italia con 9 milioni di lettori al mese e 20 milioni di pagine viste al mese“.

La società, di cui è unico socio, ha fatturato per l’anno 2014 un milione di euro (non male per un ragazzo che all’epoca aveva appena 24 anni!). Nel 2015 la cifra è salita a 1,4 milioni di euro, riuscendo a superarsi nel 2016 con quasi 2 milioni di euro. Per il 2017 la crescita stimata è stata del 2%.

Nel 2018 registra oltre 500 mila visite giornaliere, accaparrandosi il 40% del mercato di coloro che si occupano di tecnologia. Tuttavia, lui sa già che non lo farà per sempre: “Tra due anni, ho calcolato, potrò ritirarmi: tornerò in Sicilia, vicino ai miei e uscirò il meno possibile“, ha affermato nel 2018 a Corriere.it.

Salvatore Aranzulla
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/salvoaranzulla/

Salvatore Arazulla: fidanzata

Ma la domanda a cui è più difficile dare risposta – ma anche quella genera più interesse – è: “Aranzulla ce l’ha la fidanzata?“. Risale circa al 2010 la sua ultima relazione ufficiale, con una ragazza che lui chiama K. Tra loro è finita “perché non avevo tempo per stare con lei.

Studiavo alla Bocconi, aggiornavo il sito, lei viveva lontana… Nei mesi in cui la rimpiangevo, e anche per alleviare lo stress dello studio, mi iscrissi ad Alma la scuola di pasticceria di Gualtiero Marchesi“, ha rivelato in un’intervista a Corriere.it.

Dopo, più nessun’altra è riuscita ad arrivare nel suo cuore: “Non sempre ho fortuna. Sono un personaggio pubblico e ho sempre paura che qualcuna tradisca la mia fiducia, divulghi i dettagli della mia vita, mi freghi. E poi penso molto al lavoro. Però una fidanzata mi manca. (…) Vorrei una persona di buonsenso. Che mi voglia bene“, racconta nella stessa intervista, rivelandosi un romanticone.

Dove vive e la sua più grande passione

Nonostante il successo, Salvatore resta un ragazzo semplice con i piedi ben piantati a terra. Curiosamente, vive a 200 m da un McDonald’s e talvolta si fa portare hamburger a patatine a domicilio.

Oltre all’informatica e agli impegni legati al sito ha una grande passione per le torte: ha deciso infatti di iscriversi alla prestigiosa scuola di cucina di Gualtiero Marchesi dimostrando un grande talento anche per la pasticceria. E il tutto mentre era ancora iscritto all’Università: “Di giorno lavoravo e di notte studiavo: 5 ore di sonno, niente vacanze, sui fornelli anche il sabato e la domenica.

A settembre sono stato ammesso al corso superiore. È finito la domenica. Il lunedì ero già in università per la prova di diritto pubblico. Mi sono laureato nei termini giusti. I miei compagni di studi la sera andavano in discoteca. Non hanno ancora dato la tesi e non sanno leggere un bilancio. Io almeno so fare le torte“, ha ricordato il divulgatore informatico a Il Giornale.

La passione per il cibo l’ha ereditata dalla nonna Pina che, a 80 anni, impasta ancora e cuoce 25 chili di pane tutti i giorni per la gioia di tutta la famiglia. Salvatore, però, ha preso la sapienza della nonna e ha deciso di investire in sè stesso per perfezionarsi in Giappone, imparare nuove tecniche e incontrare nuove culture.

Chissà: un giorno magari lo vedremo aprire una catena di pasticcerie!

Salvatore Aranzulla: i contatti

Lo stesso divulgatore informatico Salvatore Aranzulla sul sito che gestisce dà le indicazioni per contattarlo:

– Per interviste, partecipazioni a programmi TV e radio: interviste@aranzulla.it- Per pubblicità e progetti speciali pubblicitari: pubblicita@aranzulla.it

– Per malfunzionamenti del sito Web: webmaster@aranzulla.it

– Per errori negli articoli: articoli@aranzulla.it

– Per comunicati stampa: salvatore@salvatore-aranzulla.com

– Per le e-mail su tutto il resto: salvatore@salvatore-aranzulla.com

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/salvoaranzulla/

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 23-03-2018

Giulia Drigo

X