Chi è il rapper Fabri Fibra

Tutto ciò che dovete sapere sul rapper e produttore

chiudi

Caricamento Player...

Tutto ciò che ancora non sapete su uno dei rapper più apprezzati della musica italiana.

La sua carriera parte lentamente con una lunga gavetta che però l’ha portato alla grande fama e al forte riscontro del pubblico.

Noi vi sveliamo tutto sul musicista di Senigallia e sui suoi inizi.

Fabri Fibra Tutto sul rapper

All’anagrafe  Fabrizio Tarducci, inizia a presentarsi sulle scene col nome di Fabri Fil negli anni 90 per poi utilizzare dal 2002 il nome d’arte di Fabri Fibra.

Un’adolescenza difficile segnata dal divorzio dei suoi genitori, problemi di sovrappeso e successivi problemi con le dipendenze.

Ma il rap gli ha dato un nuovo interesse e una via.

Studia ragioneria e per qualche anno tenta di cercare sbocchi in questo senso ma è la musica a chiamarlo.

Dopo Turbe giovanili del 2002 è Mr. Simpatia a conquistare il grande pubblico portandolo ad una fama sempre maggiore dettata anche dalla sua personalità tra l’anticonformismo e la disillusione; si muove tra ironia e sarcasmo nella denuncia di ciò che non gli piace di società e mondo per esprimere il proprio io e visione della vita e musicale.

Tra i riconoscimenti:

  • 2011 – Superman Award ai TRL Awards 2011[67]
  • 2011 – Wind Music Awards: disco di platino per l’album Controcultura; Premio “Digital Song” per i brani Vip in Trip e Tranne te[68]
  • 2015 – Certificazione disco di platino per i 2 milioni di fan su Facebook

 

Per qualche tempo ha tenuto banco la diatriba col rapper Nesli. Molti non sanno che in realtà si trata del fratello minore del cantante e che lo scontro è partito molto probabilmente da differenze nella visione del lavoro e dell’espressione musicale sebbene i due siano stati piuttosto riservati riguardo alla vicenda.

Il cantante più volte nelle interviste ha dichiarato la volontà di ricongiungimento ma solo a seguito della comprensione del fratello della separazione tra attività lavorativa e privato.

Fonte immagine di copertina: Facebook