12 curiosità sulla supermodella portoricana Joan Smalls

Sapevi che è laureata in psicologia? Tante curiosità sulla supermodella portoricana Joan Smalls

chiudi

Caricamento Player...

Joan Smalls è una supermodella portoricana che ha cominciato la propria carriera nella moda nel 2007 grazie ad un contratto con la Elite Model Management di New York. Nello stesso anno ha debuttato sulle passerelle di Tory Burch ed è comparsa nella campagna pubblicitaria di Liz Claiborne. Ecco qualche curiosità sul suo conto.

Joan Smalls, misure, altezza e altre curiosità sulla supermodella portoricana

  • E’ apparsa nel video musicale di It’s Alright, brano di Ricky Martin.
  • Ha sfilato per Diane von Furstenberg e James Coviello prima, e poi per Anna Sui, Gucci, Burberry, Prada, Yves Saint Laurent e Valentino.
  • Nel corso della sua carriera la modella ha lavorato come testimonial per Dillard’s, Givenchy e Givenchy eyewear (fotografata da Mert Alas e Marcus Piggott), Gucci, Liz Claiborne, Neiman Marcus, Ports 1961 e Ralph Lauren.
  • E’ comparsa sulle copertine sulle edizioni britanniche di i-D, di Bond e di WWD Beauty Biz.
  • Nel 2011 è stata la prima modella latina a firmare un contratto come nuova ambasciatrice mondiale di Estée Louder.
  • Si è classificata al primo posto nel 2012 come Top 50 Models Women, secondo il sito Models.com.
  • È apparsa nel calendario Pirelli nelle edizioni del 2012 e 2015.
  • Dal 2011 sfila per il Victoria’s Secret Fashion Show.
  • Joan è nata l’11 luglio 1988.
  • Le sue misure sono 83-61-87, mentre la sua altezza è di 179 cm.
  • Il suo piatto preferito è il mofungo, cibo tipico portoricano, ovvero riso con fagioli neri.
  • I suoi film preferiti sono Hero, La ricerca della felicità , Il cacciatore di aquiloni.
  • Si è laureata in psicologia.

Joan Smalls, la vita privata

Joan è figlia di Eric Smalls, contabile di origine africana, e Betzaida Rodriguez, assistente sociale di origine spagnole, indiane e asiatiche. Ha due sorelle. La supermodella è sentimentalmente legata dal 2016 con Massimo Canigiani, CEO del colosso tecnologico londinese Commodore Business Machines.

FONTE FOTO: facebook.com/therealjoansmalls