Ivano Fossati, dal grande successo al ritiro dalla scene musicali

Tutto quello che (forse) non conosci su Ivano Fossati, cantautore e compositore italiano vincitore di quattro premi Tenco

chiudi

Caricamento Player...

Nato a Genova, Ivano Fossati è uno dei cantautori e compositori più raffinati ed eleganti del panorama musicale italiano. Durante la sua longeva e straordinaria carriera ha composto alcune delle più belle canzoni della musica italiana collaborando con grandi artisti: da Mina a Mia Martini, da Fabrizio de André a Fiorella Mannoia. Scopriamo insieme una serie di curiosità interessanti sulla sua vita!

Ivano Fossati: età e curiosità

– Ivano Fossati è nato il 21 settembre del 1951 a Genova. Cresce con la madre Germana, sarta del Teatro dell’Opera, e il nonno Alberto Ricci. A solo un anno, infatti, viene abbandonato dal padre che ricorderà molti anni dopo così: “L’unica cosa positiva è che stato partigiano a diciassette anni“.

– Ivano cresce a stretto contatto con la musica: lo zio suona il clarinetto, mentre il cugino è un direttore d’orchestra.

– All’età di dodici anni comincia a studiare il pianoforte, ma l’ascolto del 45 giri dei Beatles contenente “Please Please Me” e “Love Me Do” lo spingono a dedicarsi alla chitarra.

Ivano Fossati
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/skyarte/

– Durante gli anni del liceo ha svolto diversi lavoretti: come commesso in un negozio di elettricista e dipendente di un magazzino di cancelleria.

– Nel 1967 fonda il primo gruppo de I poeti. Successivamente entra nella band dei Delirium con cui partecipa al Festival di Sanremo del 1972 con la canzone “Jesahel”.

Sapevi che… Ivano Fossati ha svolto per un anno e mezzo il servizio militare?

– “Il grande mare che avremmo attraversato” segna nel 1973 il suo debutto come cantante solista.

– Come autore ha scritto per grandi interpreti della musica italiana: da Adriano Celentano a Mina, da Anna Oxa ad Ornella Vanoni, da Fabrizio De Andrè a Laura Pausini, da Loredana Bertè a Fiorella Mannoia.

– Indimenticabile il sodalizio artistico e sentimentale con Mia Martini sfociato in canzoni del calibro: “La costruzione di un amore”, “Vola”, “Canto alla luna” e “E non finisce mica il cielo“.

– Nel 2011 annuncia il suo ritiro dalla scene musicali. Dal suo debutto ha pubblicato 25 album: 19 studio album, 4 live e 11 best of.

– Non si contano i premi e riconoscimenti: 4 Targhe Tengo, vari premi come miglior testo e Premio della Critica a Sanremo, il Telegatto come miglior compositore per “La mia banda suona il rock“, il PIM (Premio Speciale Giornalisti), Premio Amnesty Italia per la canzone “Pane e coraggio“. E ancora: Premio Librex Montale, 1 David di Donatello e 1 Nastro d’argento per “L’amore trasparente” colonna sonora del film “Caos calmo”, Premio Lunezia, Riccio d’Argento e Grifo d’oro.

Ivano Fossati: vita privata

Cantautore raffinato e visionario, Ivano Fossati durante la sua carriera ha sempre sperimentato confrontandosi con il rock e la canzone d’autore. Per quanto riguarda la vita privata, Fossati in passato è stato sposato con Gildana Caputo. Dopo una lunga convivenza la coppia ha deciso nel 1989 di sposarsi. Dal matrimonio è nato Claudio, unico figlio del cantautore.

Dopo la separazione da Gildana, Fossati è stato sentimentalmente legato per circa dieci anni all’interprete Mia Martini. Successivamente tra il 1993 e il 1996 ha avuto una relazione con l’attrice Nancy Brill e con l’attrice Mercedes Martini con cui ha collaborato nel disco “Macramè“.

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/skyarte/