Chi è Fiorella Mannoia, protagonista de Amiche in Arena

La scheda di Fiorella Mannoia, direttrice artistica del concerto – evento Amiche in Arena ideato da Loredana Bertè

chiudi

Caricamento Player...

Amiche in Arena è il concerto evento in programma il 19 settembre all’Arena di Verona. Ideato da Loredana Bertè con la collaborazione di Fiorella Mannoia, direttore artistico, lo show sarà interamente dedicato alle donne. Un concerto tutto al femminile per accendere i riflettori sul femminicidio e sui tantissimi casi di violenza sulle donne. Tra le protagoniste principali ci sarà Fiorella Mannoia.

Chi è Fiorella Mannoia

Classe 1954, Fiorella Mannoia è nata il 4 aprile a Roma. Da piccola, seguendo le orme del padre, comincia a muovere i primi passi nel mondo del cinema lavorando come stuntgirl e controfigura. La musica è la sua strada. Nel 1968 debutta al Festival di Castrocaro con il brano “Un bimbo sul leone”. Non vince il concorso, ma riesce a siglare un contratto discografico per pubblicare due 45 giri. Durante gli anni ’70 e ’80 pubblica alcuni 45 giri cambiando diverse case discografiche. La svolta arriva nel 1981: partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Caffè nero bollente” classificandosi all’undicesimo posto. Sanremo la vede più volte protagonista: nel 1984 con il brano “Come si cambia”, nel 1987 con la celebre “Quelle che le donne non dicono” con cui riceve il Premio della Critica e nel 1988 con “Le notti di maggio” scritta da Ivano Fossati.

Il successo

Una carriera straordinaria quella di Fiorella Mannoia, eccellente interprete della musica italiana. La sua voce, infatti, ha ispirato illustri autori come Enrico Ruggeri, Ivano Fossati, Francesco De Gregori, Pino Daniele, Tiziano Ferro e tanti altri. Le sue capacità interpretative hanno conquistato il cuore del pubblico italiano attraversando anni e generazioni. Un’artista che ha cantato l’amore, ma anche la vita. E’ in assoluto la cantante con il più alto numero di Targhe Tenco e il 2 giugno 2005 è stata nominata Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica.

(fonte foto: Facebook)