Chi è Brigitte Bardot, l’icona che ha avuto il coraggio di invecchiare

La storia di Brigitte Bardot, la donna che rese famoso il bikini e scandalizzò gli Usa (e continua ad affascinare il mondo…)

Innocente e spregiudicata, sicura di sé e ribelle allo stesso tempo, Brigitte Bardot ha rivoluzionato i canoni di bellezza e di stile di intere generazioni. Nata il 28 settembre 1934 (Bilancia) a Parigi, si è ritirata dalle scene a soli 39 anni, ma il suo mito è rimasto intatto. Il suo sorriso struggente, la sua bellezza incontaminata, le sue battaglie animaliste e il suo fascino, che porta coraggiosamente i segni del tempo che passa: sono tutte facce della stessa medaglia, una medaglia che continua a piacere e suscitare ammirazione.

L’hanno definita una rivoluzione, un’icona, l’anti-cliché; scopriamo la sua (tormentata) storia…

La storia di Brigitte Bardot

Brigitte porta con sé quel fascino che solo le donne francesi riescono a trasmettere. È cresciuta nel 15 ° arrondissement di Parigi: la sua famiglia è benestante, ma della sua infanzia non ha ricordi particolarmente felici, finché i suoi genitori non la iscrivono a scuola di danza, che si rivela la sua vera grande passione.

Brigitte Bardot
Brigitte Bardot oggi. Fonte foto: https://www.instagram.com/brigittebardotbb/

Inizia a lavorare a soli 15 anni: l’amica di famiglia Hélène Lazareff, direttore di ELLE, le offre un posto nella rivista. Ma non vi rimane a lungo: basta un incontro con il regista Marc Allégret per sconvolgere completamente la sua vita.

Nella sua carriera gira oltre 50 film, che la consacrano indissolubilmente ad icona della sensualità. A 39 anni, però, decide di cambiare completamente rotta.

Dopo essersi ritirata dalle scene, infatti, si è fatta notare solo più per le sue battaglie animaliste, quasi a voler di fare dimenticare a tutti di essere stata un’inarrivabile bellezza e icona del cinema.

Brigitte Bardot: la vita privata

Il primo grande amore di Brigitte fu Roger Vadim, regista e produttore francese. Si conobbero quando lei aveva solo 15 anni e si innamorarono follemente, ma dovette aspettare la maggiore età per poterlo frequentare (non senza una grande sofferenza). Il 21 dicembre 1952 convolano a nozze ma, come ben sappiamo, l’amore non sempre basta, soprattutto quando fama e tradimenti si mettono di mezzo.

Il suo secondo grande amore (e marito) fu Jacques Charrier, che le darà il suo unico figlio: Nicolas Charrier-Bardot. Un rapporto difficilissimo quello con il figlio, forse per colpa della sua infanzia, forse per colpa di un istinto materno – per sua stessa ammissione – assente. Inizialmente lo rifiuta e lo affida ad una balia, attirandosi addosso una durissima condanna mediatica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Brigitte Bardot BB (@brigittebardotbb) in data:

In seguito, nel 1966, sposa il ricchissimo playboy tedesco Gunther Sachs, ma 3 anni dopo si separano. Insomma, una vita passionale, piena e affascinante, come solo quella di un’icona di Hollywood d’altri tempi può essere. Dal 1992 suo marito è Bernard d’Ormale, appena più giovane di lei.

Il libro [amazon_textlink asin=’178097549X’ text=’Brigitte Bardot: the Life, the Legend, the Movies’ template=’ProductLink’ store=’deltapictures-21′ marketplace=’IT’ link_id=’02460dea-c2fd-11e8-abb0-077bb31d9bbe’] (uscito nel 2014) insinua che la Bardot abbia avuto oltre 100 amanti nella sua vita, sia uomini che donne.

Nel corso della sua vita la bella Brigitte ha dovuto combattere a lungo contro la depressione, che l’ha portata diverse volte a tentare il suicidio. A salvarla sono l’amore per i fan, il lavoro e le sua battaglie a favore degli animali.

5 curiosità su Brigitte Bardot

– È stata la prima donna ad indossare i pantaloni all’Eliseo: fu ricevuta in una visita ufficiale dal generale Charles de Gaulle nel 1967.

– Quando capì di voler fare l’attrice, l’unico membro della sua famiglia a supportarla fu il nonno

– Ha comprato un eremo, la Madrague, dove vive: vi si è ritirata nel 1958 per dedicarsi alla lotta a favore dei diritti degli animali.

– Fu definita ‘la risposta europea a Marilyn Monroe’; curiosamente, tutte e due furono muse di Andy Warhol.

– La canzone Je t’aime…moi non plus di Serge Gainsbourg è nata perchè lei gli disse: “Scrivimi la canzone d’amore più bella del mondo“.

Fonte foto: https://www.instagram.com/brigittebardotbb/

ultimo aggiornamento: 28-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X