Antonino Monteleone: le curiosità sulla Iena a cui è stato sequestrato un blog

Antonino Monteleone è un inviato delle iene: scopriamo qualcosa di più sull’impegno e le inchieste antimafia di questo precoce talento giornalistico…

chiudi

Caricamento Player...

Antonino Monteleone è nato a Reggio Calabria nel 1985 ed ha intrapreso giovanissimo la carriera di giornalista e di blogger, sensibile soprattutto alla piaga della ‘ndrangheta. Sempre molto giovane viene scelto per diventare un inviato de Le Iene, ma scopriamo qualcosa di più su di lui…

7 curiosità su Antonino

– Fin dagli esordi giornalistici quella che è la tematica di maggior interesse per il giovane è la criminalità organizzata del suo luogo d’origine, che si impegna a denunciare attraverso i canali pubblici, procurandosi spesso qualche grattacapo.

– Nel 2006 apre un blog di denuncia, in cui affronta soprattutto alcune inchieste sulle cosche della ‘ndrangheta.

Antonino Monteleone
FONTE FOTO: facebook.com/giornalista

– Il blog www.antoninomonteleone.it che ha aperto a soli 23 anni, nel 2008 a seguito di alcune vicende giudiziarie, gli viene sequestrato. Un provvedimento del tutto nuovo per l’epoca. In seguito rilascerà un’intervista sul blog di Beppe Grillo, con cui all’epoca collaborava.

–  Nel 2010 la macchina del giornalista viene incendiata in un atto intimidatorio di matrice mafiosa. Beppe Grillo dedicherà un articolo alla vicenda sul proprio blog, lodando il coraggio del giovane giornalista.

– Ha scritto un libro insieme a Felice Manti “O Mia bella Madu’ndrina” che ha ricevuto alcuni premi e rincoscimenti. Nel libro affronta un’inchiesta sugli affari delle cosche della ‘ndrangheta nel nord italia.

– Dopo la partecipazione alle trasmissioni Piazzapulita e Report, in cui sempre manifesta il proprio attivisimo giornalistico, a seguire, nel 2017, Monteleone prende parte al cast del programma di Nicola Savino Le Iene, in qualità d’inviato.

– Della vita privata di Monteleone non si sa molto, anche se è possibile per i suoi fan seguire le sue pagine social personali, tra cui facebook. In cui il giornalista tiene aggiornati i propri follower con il proprio lavoro d’inviato e con le tematiche che maggiormente lo interessano.

FONTE FOTO: facebook.com/giornalista