Fernanda Gattinoni, storia di un’icona della moda italiana

Madame Fernanda Gattinoni e le sue citazioni più famose sugli uomini, la moda e la bellezza

chiudi

Caricamento Player...

Nata a Cocquio-Trevisago (Varese) il 20 settembre 1906, Fernanda Gattinoni è la fondatrice dello storico atelier che oggi tiene alto il nome della moda italiana con gli abiti e le borse Gattinoni. Disegnatrice di bustier, strascichi e ricami, inseguiva la perfezione in ogni aspetto delle sue creazioni.

I primi anni di Fernanda Gattinoni

Già a 19 anni Fernanda si fa notare dalla griffe francese Molyneaux, che veste la casa reale. Lasciandosi guidare dall’istinto rifiuta di lavorare per Coco Chanel e torna in Italia. A Roma, diventa famosa per aver risolto il dramma sartoriale della principessa del Belgio sostituendo le maniche del suo abito da sposa con guanti in capretto bianco.

L’apertura dell’atelier Gattinoni

Nel 1946 Fernanda apre il primo atelier, e sin dall’inizio attira figure di spicco dello show business. Al suo talento si affidano dive come Audrey Hepburn, Ingrid Bergman, Gina Lollobrigida e Anna Magnani. Fernanda realizza per loro abiti d’alta moda con vite strette, bustini, gonne a ruota o in stile impero. Il suo contributo nella moda è così grande che oggi a Roma esiste il Giardino Fernanda Gattinoni proprio in suo onore.

Fonte foto: https://www.instagram.com/valentina_mirenda/

Le citazioni più famose di Fernanda, a cui è stato dedicato il Giardino Fernanda Gattinoni

C’è chi dice che la moda deve stupire, sconvolgere, lasciare il segno. Madame Fernanda diceva invece:

Un vestito non è chic se la gente si volta a guardarlo. Deve passare inosservato, e soltanto dopo tre volte che è stato visto, colpire. La prima dovranno pensare “è carino”, la seconda “è veramente carino”, la terza “che meraviglia!”

Varrà lo stesso per le borse Gattinoni? Noi non sappiamo dirlo, ma nel frattempo vi consigliamo quelle della collezione Planetarium decorate con una cartografia del Seicento.

Fonte foto: https://www.instagram.com/valentina_mirenda/