Carolina Kostner convocata dal Coni con ipotesi di copertura e complicità nel caso Schwazer

Dopo essere stati resi noti i verbali dei suoi interrogatori su Alex Schwaxer, Carolina Kostner è stata convocata dalla procura antidoping del Coni con ipotesi di copertura, o complicità con l’ex fidanzato.

chiudi

Caricamento Player...

L’allora compagno, il marciatore Alex Schwazer è, infatti, risultato positivo ai controlli antidoping nel 2012 e per questo squalificato fino al 2016; ora è la volta di Carolina, convocata a Roma il 19 settembre alle 13 per rispondere della violazione degli articoli 2.8 e 3.3 delle regole sportive antidoping, ovvero la complicità col proprio ex fidanzato e la mancata denuncia alle autorità competenti.

Per la trasgressione a tali norme, in caso di ammissione e condanna, ovvero nel peggiore dei casi, la pattinatrice azzurra rischierebbe quasi quattro anni senza poter praticare il suo sport.

A riaccendere la questione sono  state le sue recenti dichiarazioni della Kostner messe a verbale davanti al magistrato di Bolzano, in cui lei svela tutta una serie di intrighi con i quali il fidanzato sfuggiva a ispezioni e controlli antidoping. Come un misterioso macchinario bianco per l’ossigeno, che costringeva la ragazza a usare i tappi per le orecchie tanto era forte il rumore che questa produceva.

La Procura sportiva del Coni è in attesa di una versione completa dei fatti e di appurare quale sia stata la posizione della Kostner in merito al comportamento di Schwazer; un brutto colpo per la giovane 27enne che annovera tra i suoi successi un oro mondiale e cinque titoli europei.