Carlo Cracco sbarca in galleria a Milano con un ristorante a 5 piani

L’alta cucina di Carlo Cracco si espande per ben cinque piani di ristorante nella cornice della galleria Vittorio Emanuele II di Milano

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la sfida di Belen Rodriguez e Joe Bastianich di mettersi in società per aprire un ristorante di classe in centro a Milano, ora arriva anche l’altro protagonista indiscusso del mitico programma Tv Masterchef, Carlo Cracco, che aprirà una ristorante stella da record.

Leggi anche: Belen con soci e famiglia inaugura il ristorante Ricci a Milano

Ebbene sì, dopo il Ricci di Belen e Bastianich, Milano si arricchirà di un altro gioiellino dell’alta cucina. Carlo Cracco ha infatti affittato i locali dell’ex Mercedes nella Galleria Vittorio Emanuele II. Il valore dell’immobile supera il milione di euro e copre 1118 metri quadrati suddivisi su cinque piani.

Leggi qui: Mercedes addio, arriva Cracco

Il comune di Milano ha affermato con orgoglio:

“Il ristorante contribuirà alla riqualificazione della Galleria”

L’accordo tra il comune e Carlo Cracco, per ora, è di 18 anni. Il bando aperto quattro mesi fa dal comune di Milano per l’affitto dei locali, ha subito colpito lo chef stellato che si è aggiudicato l’enorme locale, che sarà il fulcro della sua attività culinaria.

Leggi anche: Carlo Cracco aprirà bistrot e ristorante nella Galleria Vittorio Emanuele II

Non è la prima volta che Cracco, grazie ai suoi locali riqualifica una zona di Milano: nel 2014 ha aperto in zona Navigli, il bistrot “Carlo e Camilla in segheria” dando una nuova vita decisamente chic a una vecchia segheria abbandonata e non utilizzata da anni.

E mentre Carlo Cracco si dedica all’apertura di questo colosso della ristorazione Milanese, la moglie, Rosa Fanti, apre il blog “Casa Cracco” dove racconta scene di vita quotidiana, gestione dei figli e molto altro, senza essere una grande appassionata di fornelli. In casa Cracco, infatti, la cucina è nelle mani di Carlo e dei bambini. Tra viaggi ristoranti e figli, Rosa Fanti racconta il lato tenero di Carlo Cracco che non siamo abituati a vedere in tv.