Cappello, borse piccole e camicie da uomo: i dettami della moda

Il bianco regna sovrano, mentre le borse si fanno piccole. La moda chiede anche cappelli, che siano a tesa larga, da baseball o alla pescatora.

chiudi

Caricamento Player...

Il messaggio proveniente dalle settimane della moda e dalle riviste specializzate è univoco: indossare cappelli per essere glamour.

L’estate è qui. E la moda ha già da tempo dettato le regole targate “2015”.

Prima parola chiave, il bianco intramontabile, specialmente per tessuti in lino, garza, pizzo.  Che siano morbidi, leggeri, freschi e giovanili,  ampio spazio è lasciato alle forme: abiti mini, lunghi, molto lunghi, sinuosi e molto scollati.

Per essere davvero glamour, quest’anno, si possono indossare le camicie da uomo, sia in versione morbida, che con maniche arrotolate; sotto un tailleur, o accompagnate da una cintura. Per dirla tutta, la camicia da uomo, quest’anno, è un must.

Sotto la dicitura “accessori”, il primo della lista è il cappello. E non solo per la spiaggia.

Al mare, in piscina, ma anche per un aperitivo, il cappello, fatto di pagliette o ecopelle, rigorosamente a tesa larga, o in versione sbarazzina con il tipico modello da baseball, è l’accessorio con la A maiuscola di questa imminente o pervenuta stagione estiva. Va bene anche la forma alla pescatora, soprattutto in jeans, modello anni ’90, o con la visiera in paglia.

Conditio sine qua non dettata dalla moda, per indossare il cappello è l’abbinamento inversamente proporzionale con la borsa: cappello grande, borsa piccola e a tracolla.

Riguardo ai colori, largo al fuxia e al verde lime, con applicazioni di fiori o cristalli. Materiali: dalla nappa al coccodrillo.

Last but not least, le scarpe. Le protagoniste della moda estate 2015 sono le sneakers, rivisitate e impreziosite da materiali e applicazioni. Argentate, dorate, pitonate, borchiate. E poi ci sono i sandali con la zeppa, preferibilmente di colore turchese, beige o sabbia.

Le decolleté, scarpe evergreen, sono adatte per ogni occasione anche quest’anno.