La cantante Kesha denuncia il suo produttore per abusi sessuali

La cantante statunitense Kesha ha denunciato il suo produttore, Dr. Luke, per abusi sessuali e violenza, fin dall’inizio del loro rapporto professionale.

Abusi sessuali e violenza. Sarebbero queste le accuse rivolte dalla cantante Kesha nei confronti del suo storico produttore Dr. Luke, vero nome  Lukasz Sebastian Gottwald.

Kesha, che aveva firmato all’età di diciott’anni un contratto con l’etichetta discografica di Dr. Luke, la Kemosabe Entertainment, ottenne il vero successo solo nel 2009 quando duettò con Flo Rida nel sui singolo Right Round.

Secondo i documenti depositati dalla cantante in tribunale, l’uomo sarebbe accusato di svariati abusi fin dall’inizio del loro rapporto professionale, quando Kesha aveva solo 18 anni.

Stando alle indiscrezioni di TMZ, la giovane e il suo avvocato accusano Dr. Luke di aver corteggiato con insistenza la cantante, costringendola addirittura a fare uso di alcol e droghe per vincere le sue resistenze.

Nella denuncia si fa riferimento anche all’obbligo di assumere una sostanza non identificata prima di salire su un aereo, dove l’uomo le avrebbe rivolto attenzioni non desiderate, episodio che si sarebbe ripetuto diverse volte, cambiando la sostanza somministrata (pillole, pastiglie etc..).

Ecco le parole dell’avvocato di Kesha, Mark Geragos:

«Questa azione legale è uno sforzo da parte di Kesha di riappropriarsi del controllo sulla sua musica e sulla sua libertà personale, dopo essere stata vittima per ben dieci anni di manipolazione mentale, abuso emotivo e anche un episodio di violenza sessuale da parte di Dr. Luke”

Ora Kesha è decisa a dare una svolta alla sua vita come persona e cantante, superando prima questo terribile periodo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 15-10-2014

Donna Glamour

X