Il cancro al sesso si combatte tra prevenzione, cinema, risate e Annie Parker

5 errori da evitare in palestra

Nel mese della prevenzione al tumore al seno arriva nelle sale “Annie Parker”, un’intensa storia di cui parte degli incassi andranno all’ associazione Komen che da anni si occupa di sostenere le donne e favorire la prevenzione.

Ottobre, il “Mese Rosa della Prevenzione“, come ogni anno porta a moltiplicare appuntamenti e iniziative sulla prevenzione e sulla lotta contro il cancro al seno.

Un tema dall’importanza indecifrabile, ma di cui non parliamo mai abbastanza. A tal punto che il 30 ottobre arriverà sul grande schermo con il film Annie Parker, Samantha Morton.

La pellicola racconta la storia vera di Annie Parker, la cui vita è segnata dal tumore: da bambina perde mamma (e la nonna) e da adulta la malattia le sottrae la sorella, prima di accanirsi varie volte contro di lei. E si parla anche della ricerca di Mary-Claire King, scienziata che ha identificato il gene BRCA- 1, permettendo così di stabilire la possibilità di svilluppare un tumore tra gli individui femminili della stessa famiglia. Non per niente, il titolo originale è Decoding Annie Parker.

Nonostante l’argomento del film sia delicato, oltre parlare di sofferenza, si parla anche della speranza e della tenacia, ma, soprattutto, si ride anche.

Annie Parker è un film basato su una storia vera, il cui tema centrale è il cancro, ma non si limita a raccontare la storia di una donna affetta da tumore: con questa pellicola il regista Bernstein crea la filmantropia, ovvero un nuovo modello di film socialmente e politicamente consapevole volto a sensibilizzare il pubblico su determinate tematiche.

In quest’ottica Annie Parker, promuove la collaborazione tra gli sponsor e le organizzazioni a sostegno della lotta contro il cancro.

Non perdetevi questo capolavoro umano, cinematografico e benefico.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 29-10-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]