Buffon e D’Amico sono stanchi delle invasioni nella loro privacy

Buffon e la D’Amico, stanchi delle continue invasioni delle loro privacy hanno deciso di far redigere al loro avvocato una lettera di diffida per media e stampa.

chiudi

Caricamento Player...

Gigi Buffon e Ilaria D’Amico sono decisi a proteggere la loro privacy, soprattutto in questi mesi in cui i gossip sulla coppia sono sempre più incalzanti.

Duramente messi alla prova dall’attenzione del gossip,  Buffon e Ilaria D’Amico provano a zittire le chiacchiere intorno a loro con un comunicato diramato dal loro legale di fiducia.

La decisione è stata presa principalmente per tutelare i rispettivi figli, oltretutto minorenni: Ilaria D’amico è infatti mamma di Pietro, nato dall’unione con Rocco Attisani; mentre Buoffon è papà di Louis Thomas e David Lee, avuti dall’ex moglie Alena Seredova.

“La speranza che il tempo potesse far calare la curiosità dei media viene ancora una volta frustrata», scrivono Buoffon e la D’amico attraverso il loro legale e rivolgono  una «formale diffida dal reiterare in qualsiasi forma certi contenuti diffamatori”.

L’avvocato Paladini, il legale di Buffon e della D’Amico, aggiunge che l’intimità familiare, definita intangibile, venga tenuta lontana dai “fantasiosi dettagli”, in particolare emersi negli ultimi giorni.

E’ evidente che il rifermento e la causa scatenante di questa decisione di proteggere la loro privacy, va ritrovata nella notizia di Novella 2000 che la settimana scorsa ha fatto molto discutere, riferita a presunte testimonianze dei vicini di casa dei due, che si sarebbero lamentati per “i rumori molesti provenienti da loro appartamento“.