A tre anni dal malore parla la moglie di Bruno Arena che non lo ha mai abbandonato e insieme ai figli lo amano sempre più

Sono passati ormai quasi tre anni dal giorno in cui Bruno Arena fu colpito dall’emorragia celebrale durante le prove di Zelig, che lo mandò in coma per diverso tempo per poi risvegliarsi con non pochi problemi di salute. Ora il comico si sta pian piano riprendendo con una lunghissima e lenta riabilitazione, ma per lui, parlare e camminare è ancora molto  difficile. A sostenerlo, fin dalla notte dell’operazione disperata per tentare di salvarlo, la moglie Rosy e i figli Gianluca e Lorenzo, insieme, ovviamente, al collega di sempre, Max Cavallari, divenuto oramai uno di famiglia.

L’amore di Rosy

Ospite nel salotto di Barbara D’Urso a Domenica Live, Rosy Arena ha voluto raccontare al pubblico di suo marito, le sue condizioni di salute e l’amore che regna nella sua casa che lo sta aiutando a guarire.

Il nostro amore è nato 27 anni fa. Venivo da una storia andata male e quando lui mi ha chiesto di uscire, sono scattata sulla difensiva. Quando siamo usciti, continuava a fermarsi con l’auto ogni 5 metri per baciarmi. Ci siamo sposati nel 1989. Per ringraziare il Signore perché Bruno c’era ancora, nella cappella della clinica in cui era ricoverato, ci siamo scambiati le promesse. Poi al momento della cena ho indossato l’abito da sposa e lui è rimasto sconvolto.

Rosy Arena si è dimostrata forte e positiva, sempre al fianco del marito per fare in modo che anche lui non perdesse mai la speranza e la sua naturale forza d’animo.

Ciò che ci è successo è un dramma ma affrontiamo la cosa con fiducia. Ogni mattina mi faccio bella per lui. Ora lo amo ancora più di prima. Per me è un marito, un amico, un padre, un fratello e ora è anche un po’ mio figlio. L’amore, ora, comprende tutti questi campi ed è immenso. La vita è cambiata ma è bella comunque, è ancora vita.

In studio, c’era anche il figlio Gianluca, che ha parlato in modo affettuoso del padre, che nonostante la malattia non smette di dargli le attenzioni che si danno sempre ai figli.

Pochi giorni prima del malore avevamo litigato. Sono andato via sbattendo la porta. Io mi ritengo fortunato perché ho avuto la possibilità di rimediare. Faccio fatica quando lui decide di non rispondermi. Per noi dire una parola è un attimo, per lui è difficile. Ma non c’è mai stata una volta che mi abbia visto e non mi abbia sorriso o che non abbia ricambiato un bacio.

Fonte: videomediaset.it
Fonte: videomediaset.it

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Chi è Gal Gadot

Ilary Blasi dice addio a Le Iene Show dopo 8 anni