Brittany Mainard fa l’ultimo viaggio in Grand Canyon, prima di una dolce morte

Brittany Mainard, la ragazza malata di cancro al cervello che ha deciso di morire il primo di novembre, ha esaudito uno degli ultimi desideri e ha fatto un viaggio nel Grand Canyon

Ci sono storie che ci fanno sorridere e storie che ci lasciano senza parole per lo stupore e per il coraggio. E la storia della 29enne americana Brittany Mainard è una di queste.

Brittany Mainard,  non potendo vincere la malattia che l’ha costretta agli ultimi sei mesi di vita, il cancro maligno al cervello fase 4, ha deciso di ricorrere all’eutanasia in Oregon, negli Stati Uniti.  In questo periodo potrebbe alla fine, perdere la capacità di parlare e usare il proprio corpo. Così, all’inizio di questo mese, ha deciso di morire alle sue condizioni. E ha deciso di farlo proprio l’1 novembre, il giorno dopo il compleanno del marito, con il quale festeggerà l’ultima sera.

Leggi anche: Brittany Maynard, la ragazza malata di cancro, decide il giorno in cui morire per amore del marito

Il tempo tiranno per la giovane Brittany, le ha fatto spuntare l’ultimo desiderio dalla sua lista, e una settimana prima dell’ora x, è andata al Grand Canyon.

La stessa ha scritto sul diario online:

“Era incredibilmente bello. Mi ha lasciato senza respiro. Sono stata con le due cose che amo di più: la mia famiglia e la natura”

Eppure anche di fronte a questo grande sogno, il mal di testa e il male al collo non le hanno dato tregua:

“La mattina dopo ho avuto la crisi peggiore di sempre. Non sono riuscita a parlare per un po’, poi mi sono ripresa ma la sensazione di affaticamento mi ha accompagnata per tutto il giorno. Purtroppo, è impossibile dimenticare il mio cancro”.

Ha ragione Brittany…è impossibile dimenticare l’orribile motivo che la porterà via tra poche ore.

Non ci resta che salutare una coraggiosissima ragazza che per amore di chi le sta intorno, ha scelto l’eutanasia.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-10-2014

Licia De Pasquale

X